Ferrara, più bambini stranieri a scuola – INTERVISTA

Negli ultimi anni la percentuale di bambini stranieri che frequenta le scuole ferraresi, dagli asili nido fino alle superiori è cresciuto sempre di più.

Basti pensare che ad esempio alle scuole materne nel 2004 erano il 5,5% ed oggi sono invece quasi il 35% degli iscritti.

Ma quello dei bambini stranieri nelle scuole è ormai un fenomeno strutturale, che la città di Ferrara affronta con un suo “modello” di integrazione e formazione.

 

 

La percentuale più alta di bambini stranieri, il 34,25% del totale, si registra nelle scuole materne comunali dove su 759 iscritti 260 non hanno cittadinanza italiana. Seguono gli asili nido, con 209 bambini non italiani su 764 iscritti, dunque il 27,35% di bambini stranieri che però, considerando la il fatto che hanno meno di 3 anni, quasi tutti sono nati in Italia.

Ci sono poi le scuole elementari, medie e superiori, dove la percentuale di alunni con cittadinanza straniera è del 14,97%, con punte di quasi il 30% negli istituti compressivi della zona Gad, del 23,82% nelle scuole di Ponte e Barco e del 21,28% in quelle della zona via Bologna.

Bambini tra i quali si contano 55 nazionalità diverse, che come primo passo per poter godere di un diritto fondamentale come quello della scuola hanno bisogno di conoscere la lingua italiana. Per molti questa è prima grande difficoltà, che però grazie agli interventi che sul territorio l’amministrazione comunale ha messo in campo, viene con i giusti tempi per ciascuno, superata.

Interventi che vengono tutti coordinati dall’Ufficio Alunni Stranieri di cui il comune di Ferrara, tra i pochi in Italia, si è dotato dal 2003.

Vengono inoltre realizzati laboratori su tematiche interculturali, seminari e convegni sul tema e attività di formazione e aggiornamento per insegnanti e mediatori interculturali. Infine particolare attenzione viene posta al sostegno delle famiglie straniere, e anche degli insegnanti che hanno tra i propri alunni bambini non italiani, con lo sportello di consulenza “ Ti Ascolto”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
131 queries in 1,365 seconds.