Sicurezza a Ferrara, la strategia del Prefetto

prefetturaVerranno immediatamente intensificati i servizi di controllo, soprattutto nelle aree più ‘difficili’ della città.

A questo scopo verranno impiegati anche reparti esterni delle Forze dell’Ordine, oltre ai militari assegnati alla nostra città nell’ambito del progetto nazionale “Strade sicure” del Ministero dell’Interno.

Ai servizi di controllo contribuiranno anche gli uomini della Polizia Municipale, la cui disponibilità è stata assicurata dal sindaco Tiziano Tagliani.

Si è svolta nella giornata di ieri la riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza Pubblica, presieduta dal nuovo Prefetto di Ferrara Michele Campanaro. L’incontro era stato chiesto dal Sindaco di Ferrara all’indomani della violenta aggressione ai danni di una giovane donna avvenuta una settimana fa a Ferrara, nella zona dell’Acquedotto.

Il Prefetto ha disposto l’immediata riattivazione della Cabina di regia sull’ordine e la sicurezza: obiettivo, creare sinergie e collaborazioni tra le istituzioni, gli enti locali, le forze dell’ordine, perché, si legge nella nota diffusa dalla Prefettura, “la risposta ai fenomeni che incidono negativamente sulla sicurezza urbana non può essere affidata agli interventi di un singolo interlocutore istituzionale”.

Impiego del Daspo urbano, ordinanze sindacali sulle aperture dei negozi, contrasto allo spaccio di stupefacenti, videosorveglianza delle aree a rischio, l’utilizzo della Polizia Municipale a fini di ordine pubblico, sono solo alcuni dei temi di cui la Cabina di regia dovrà occuparsi al più presto. Il prefetto ha anche disposto la costituzione di un gruppo di lavoro con il compito di aggiornare il Patto per Ferrara sicura sottoscritto dalle istituzioni dalla stessa Prefettura e dalle Forze dell’Ordine nel 2015.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
140 queries in 1,374 seconds.