SPAL: Semplici ha chiesto una settimana per dare una risposta

Vagnati resterà fino al 2022, ottimismo per la conferma anche del tecnico, ma ancora non c’è certezza.

A tre giorni dalla conclusione del campionato Simone Colombarini, Walter Mattioli e Davide Vagnati hanno voluto fare il punto sulla stagione appena conclusa ed ovviamente iniziato a lanciare uno sguardo al futuro in casa Spal. Il primo a prendere la parola è stato Davide Vagnati che è entrato immediatamente nel merito della questione più attesa, quella dell’allenatore. “Ieri abbiamo fatto il punto della situazione con Semplici e la proprietà -ha affermato il responsabile dell’area tecnica- bellissima chiacchierata, visto il nostro ottimo rapporto, tra persone che si stimano, abbiamo confermato la nostra intenzione a proseguire e prolungare contratto. Semplici ci ha ribadito essere contento della Spal, ma ci ha chiesto poter attendere prossima settimana, prima di una risposta definitiva”. Poi Simone Colombarini- “Tengo precisare quelli che saranno i nostri obiettivi -ha affermato il Patron della Spal- dobbiamo mantenere la categoria e consolidare quanto abbiamo costruito in questi anni. Nel corso della nostra gestione mai abbiamo ceduto giocatori importanti, ma per società come la nostra non è sempre possibile resistere, e bisogna anche fare i conti con le intenzioni dei ragazzi”. Poi l’intervento di Walter Mattioli- “Ci auguriamo di proseguire con questo gruppo che ci ha regalato grandi soddisfazioni -ha affermato il presidente della Spal-, a giorni prolungheremo fino a giugno 2022 il contratto a Davide Vagnati. Per quanto riguarda l’allenatore posso dirmi ottimista sul fatto che possa proseguire anche questo rapporto, perché nel corso dell’incontro abbiamo trovato unità di intenti e definito vari dettagli, come l’organizzazione del ritiro e l’inserimento nello staff di un altro collaboratore”. Vagnati ha anche fatto un breve punto sul mercato, in particolare sui giocatori in prestito. “Per quanto riguarda Murgia -ha affermato- anche in questi giorni abbiamo parlato con la Lazio e ho avuto la conferma che il ragazzo dovrebbe rimanere con noi pure per la prossima stagione. Per Bonifazi è nostra intenzione esercitare il diritto di riscatto, ma l’ultima parola spetta al Torino. Diverso il discorso che riguarda Viviano. Parliamo di un prestito secco. Dall’1 luglio torna di proprietà dello Sporting Lisbona, ma fino a quando non avremo certezze sull’allenatore molte scelte sono premature”. -E Floccari dopo il gran finale di stagione?- “Anche in questo caso spetterà al tecnico la decisione definitiva. Personalmente, se come mi pare di capire, vorrà proseguire per un’altra stagione, sarei dell’idea di assecondare questo suo desiderio”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
145 queries in 1,655 seconds.