SPAL – BONIFAZI: “Devo tanto a Semplici, ma ora darò il massimo a Di Biagio”

Entusiasta del ritorno a Ferrara e smanioso di prendersi una rivalsa su Mazzarri

La chiusura delle presentazioni degli acquisti del mercato di gennaio è toccato a Kevin Bonifazi. “Non c’è bisogno di tante parole -è stata l’introduzione di Davide Vagnati-, la società ha fatto un vistoso sacrificio economico, convinta di aver investito sun giocatore di grandi qualità. In prospettiva uno dei migliori del calcio italiano, destinato a squadra molto importanti. Sono felicissimo di averlo riportato alla Spal, anche se è arrivato un pò sovrappeso…”. “Il Direttore ha ragione -ha risposto in merito -Bonifazi-, ma ho immediatamente iniziato un lavoro specifico che mi ha già portato a perdere un paio di chili. Sono tornato felicissimo, in un ambiente con cui ho un grande rapporto, dal presidente al magazziniere. Appeno si è aperto uno spiraglio ha dato immediatamente la mia disponibilità. Ho tanta voglia dare il massimo per salvezza. Voglia di riscatto dopo un periodo difficile a Torino. Ho giocato poco, anche se continuavano a dirmi che ero fortissimo. Gli allenatori potrebbero evitare di esprimere certi giudizi se poi non ti fanno giocare”. -A proposito di tecnici, quell’abbraccio a Semplici dopo la rete al Sassuolo… “Gli devo tanto, mi ha fatto crescere, mi ha dato fiducia, ha creduto in me. Tante sodisfazioni insieme, la promozione in serie A, la salvezza, momenti che non si possono scordare. Ora però darò il massimo con mister Di Biagio. Ci conosciamo dall’Under 21, so che mi stima. E’ un allenatore che ti sta sempre addosso, giustamente pretende il massimo dai suoi giocatori. Personalmenete penso di poter tanto migliorare, soprattutto sotto il profilo mentale. Devo essere più attento ed anche più feroce. La mia grinta devo tiralrla fuori dal primo all’ultimo minuto, non solo conme a volte mi capita, quando perdo il primo duello con l’avversario. Devo migliorare soprattutto sull’aspetto mentale, più ferocia, più attenzione, sui duelli non tirarla fuori solo dopo aver perso un confronto diretto”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
135 queries in 1,313 seconds.