SPAL – Con la Roma serve un segnale, lo chiede anche Semplici

Almeno sul piano del gioco e della convinzione, indispensabile l’inversione di tendenza


La Spal deve svoltare. Dopo gli ultimi risultati e prestazioni al di sotto delle attese, è indispensabile che la squadra di Semplici dimostri di possedere almeno l’ardore per tornare a far punti con la continuità necessaria per centrare l’obiettivo salvezza. Nell’immediato non sarà facile, visto che il calendario propone ai biancoazzurri la sfida interna con la Roma, che Ranieri, appena subentrato a Di Francesco, vuole a sua volta rilanciare, con obiettivi ben diversi rispetto a quelli dei ferrarsi, ovvero la conquista di un posto in Champions. Ci si chiede se i timori sono più per i valori dei giallorossi o per il particolare momento della Spal.  “Mi preoccupa di più la Roma, squadra di valore assoluto, anche il loro momento particolare, saranno molto stimolati, dopo il cambio allenatore  -ha precisato Semplici-. Dovremo affrontarla con intensità 90’, non solo 60’ come a San Siro, dove, una volta sotto,  è mancata la reazione, forse anche per stanchezza di  qualche giocatore. Forse abbiamo perso degli equilibri dopo l’inserimento del terzo attaccante. Con questo sistema a Parma bene, con l’Inter non posso dire altrettanto”. -Con la Roma tornerà Lazzari…- “Sicuramente per noi rientro importante anche se non è al meglio. A parte questo il recupero di Manule ci ci garantisce soluzioni ben note, dovremo fare molta attenzioni ai nostri avversari. La Roma schiererà due punte vere(Dzecko e Schick) e due esterni che sono attaccanti(El Shaarawy e Zaniolo). Per fare punti -prosegue il tecnico spallino- sarà indispensabile evitare gli errori che spesso hanno condizionato i nostri risultati, tanto più con una squadra di grandi qualità tecniche. A certi giocatofri  non si può concedere spazio.  Dobbiamo far emergere quel carattere che la squadra ha sempre dimostrato in più occasioni possedere. Ora dobbiamo ritirarlo fuori. Mi sono raccomandato con i ragazzi. Non abbiamo non perso  le partite per il VAR.  Non voglio alibi. Dobbiamo saper interpretare i frangenti delle gare. Tutti a partire dall’allenatore siamo consapevoli del momento. Si può perdere con le big, senza fare drammi, ma bisogna anche da quelle partite trarre insegnamenti”. -Oggi la Spal sarebbe salva- “La classifica dice che il destino è nelle nostre mani. Non possiamo essere tranquilli, ma consapevoli che questo piccolo piccolo margine, può consentirci di giocare con più sfrontatezza”. -All’andata arrivò un’insperata vittoria all’Olimpico- “Impresa straordinaria, storica -sottolinea con il sorriso Semplici- ma sul piano del gioco abbiamo sofferto tanto, in particolare nella prima nezz’ora. Molto bene una volta passati in vantaggio e ancor di più in dieci. Grintra, carica, attenzione tattica, che vorrei rivedere fino al termine della stagione, come qualche gol in più dagli attaccanti. Anche dai centrocampisti, che sono efficaci negli inserimenti, ma ancora al di sotto di quanto mi aspetto da loro nelle conclusioni dalla distanza”- Dato per scontato il riento di Lazzari, si potrebbe rivedere anche Murgia, oppure assistere al debutto di Regini? Poi c’è Jankovic…- “A centrocampo, a Milano, hanno fatto bene Missiroli e Sciattarella,  che fanno sentire anche la loro esperienza -ha puntualizzato Semplici- deciderò dopo aver attentamente valutato condizioni fisiche di tutti. Regini è pronto, ha i 90′ nelle gambe, mentre Jankovic può essere un’arma importante nel finale. Per sfruttare al meglio le sue caratteristiche abbiamo provato varie soluzioni in settimana”.  Spal che, giocherà con il lutto al braccio per ricordare Renato Cipollini e dovrebbe quindi presentarsi con Viviano; Cionek, Felipe, Bonifazi; Lazzari, Missiroli, Schiattarella, Kurtic, Fares; Petagna, Floccari. Ranieri, che deve fare i conti con le assenze di Florenzi squalificato e degli infortunati De Rossi, Manolas, Pellegrini, Under e con Zaniolo e Kolarov non al meglio, potrebbe presentare, a dimostrazione del fatto che vuole cercare di far bottino pieno, un undici a trazione anteriore con Olsen; Santon, Fazio, Marcano, Juan Jesus; Zaniolo, Nzonzi, Cristante, El Shaarawy; Schick, Dzeko. Fischio di inizio alle ore 18.00 di una delle punte di diamante dell’AIA, Gianluca Rocchi della sezione di Firenze. Radioronaca diretta sulle frequenze di Radio International. Venduti 5.675 biglietti, di cui 1.416 per il settore ospiti. Nel frattempo da segnalare che Gigi Di Biagio ha convocato Bonifazi, Murgia e Moncini per gli impegni amichevoli dell’Under 21 con Austria e Croazia. Gare in programma a Trieste giovedì  21 marzo e Frosinone lunedì 25.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
134 queries in 1,683 seconds.