SPAL: a Udine Semplici convinto della reazione

Anche grazie alla fiducia incassata dal gruppo durante gli incontri con società e tifoseria

Non si può parlare di ultima spiaggia, visto che il campionato è a meno di un terzo del suo cammino, ma, dopo i passi falsi con Milan e Sampdoria, la Spal a Udine, sul campo di una diretta rivale, non può lasciarsi sfuggire l’occasione di dimostrare che la classifica odierna non rispecchia il suo valore. In caso contrario i timori che la corsa verso la salvezza potrebbe diventare pericolarmente impervia aumenterebbero in modo esponenziale. Valutazioni che anche Semplici fatica a non condividere. “Sappiamo che il momento non è dei più facili -ha affermato il tecnico della formazione ferrarese- ho però la convinzione che la mia squadra ha le qualità di mettere fine a questo periodo negativo. In questi giorni è stato molto importante il lavoro psicologico. Con la Samp è arrivata una sconfitta immeritata. Abbiamo sviluppato anche un gioco apprezzabile, con una trentina di cross. Poi abbiamo pagato un errore in fase difensiva di un singolo, che non è stato l’unico. Questo è un aspetto su cui dobbiamo crescere”. -Dopo la sconfitta con la Sampdoria sono arrivati anche dei fischi- “Ci possono stare -non ha voluto nascondere Semplici- perdere con l’ultima in classifica può giustificare certe reazioni dei tifosi. So che saranno oltre mille a Udine, una bella testimonianza di fiducia. Giovedì abbiamo incontrato i ragazzi della Curva, sempre meravigliosi. Ci hanno garantito il loro sostegno e noi il massimo impegno per uscire da questo difficile momento. Possono starne certi”. -E alla ripresa degli allenamenti società presente al gran completo a bordo campo- “Dopo qualche dichiarazione a caldo al termine della gara con la Samp, è stata ribadita chiaramente fiducia in questo gruppo -ha affermato Semplici- e la volontà di fare tutto ciò che sarà possibile per centrare il nostro obiettivo”. -Come dire che si sta già pianificando qualche operazione di mercato?- “Non è questo il momento -è prontamente intervenuto Semplici-, se ne riparlerà a tempo debito. Diciamo che se ci saranno giocatori insoddisfatti si cercherà dar loro risposte positive e contemporaneamente individuare alternative. Ora però pensiamo all’Udinese” -A proposito, non ci sarà Igor squalificato, possibili altre novità rispetto alla gara con la Samp?- “Anche Vicari non è al meglio. Risente ancora dei postumi della botta ricevuta alla spalla lunedì e non si è allenato con regolarità. Felipe è pronto e sapete quanto ritenga importante la sua presenza nel gruppo, come Floccari(martedì 38 anni). Out Jankovic per problemi alla schiena. Tra i convocati Di Francesco, ma dopo attente valutazioni anche con lo staff medico, sarà con noi solo per riprendere confidenza con il clima campionato. Starà in panchina. Tornerà con il Genoa”.
Spal che quindi potrebbe affrontare la sfida alla Dacia Arena con Berisha; Cionek, Felipe, Tomovic; Strefezza, Murgia, Missiroli, Kurtic, Reca; Floccari, Petagna. Luca Gotti che, dopo l’esonero di Tudor e il successo esterno con il Genoa, potrebbe giocarsi qualche possibilità di vedersi confermato anche per le prossime gare sulla panchina bianconera, dovrebbe affidarsi a Musso; Begao, Troost Ekong, Nuytinck; Opoku, Mandragola, Jajalo, De Paul, Sema; Okaka, Nestoroski. Gara affidata a Davide Massa della sezione di Imperia con alla VAR la coppia Abisso-Passeri. Fischio di inizio alle ore 15.00. Radiocronaca diretta sulle frequenze di Radio International.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
142 queries in 1,812 seconds.