SPAL – ZUKANOVIC: “Per salvarsi bisogna fare la guerra”

Grinta, cattiveria agonistica, subire pochi gol, la strada indicata dal difensore bosniaco per evitare la retrocessione”

Ancora in attesa di poter indossare la prima maglia di titolare, presentazione per Ervinz Zukanovic. “Già qualche hanno fa siamo stati ad un passo dal matrimonio, con giocatore di grande personalità -ha tenuto sottolineare Davide Vagnati- quello che manca un pò a questa squadra, con alle spalle tante stagioni in cui è stato impegnato nella lotta per evitare le retrocessione”. “Voglio ringraziare società -ha esordito il difensore bosniaco-, è vero ho giocato tanti anni per la salvezza anche in piazze pesanti come Genoa. Per centrare certi obiettivi servono uomini servono uomini veri, che in questi primo giorni ho avuto modo di conoscere in questo gruppo. Serve grande coraggio. Dobbiamo essere pronti a fare le battaglie. Senza questo spirito non ci si salva e in queste due partite ho visto poca cattiveria, abbiamo fatto troppi regali, possiamo dare di più. E’ questo il mio calcio”. -Difficile quindi spiegare il perchè della scelta di trasferirsi all’Al Ahli Gedda..- “Non lo nascondo, ero stato allettato dalle proposte economiche, ma appena arrivato mi sono reso conto che non era ciò che volevo. La mia vita è sempre stata una battaglia. Mi piace il lavoro duro, il calcio di livello. Sono pronto, voglio dare il massimo, tanto motivato, tanta fame. Sono nato in un paese in guerra. Ho tanti stimoli. Primo quello di contribuire alla salvezza della Spal, poi la speranze di portare la nazionale del mio paese alla fase finale degli Europei. Ci giochiamo tutto nei play-off di fine marzo”. -Zukanovic difensore capace di far tremare i portieri con le sue punizioni- “Se mi capita l’occasione -ha precisato l’ex difensore di Chievo, Sampdoria, Roma, Genoa e Atalanta- ci provo, ma l’importante è l’impegno che deve assicurare per non subire gol. Questo è il principale obiettivo a cui deve puntare una squadra impegnata nella corsa verso la salvezza”. -Zukanovic prfeferisce giocare al centro della difesa o sulla sinistra?- “Maran mi utilizzava esterno, Prandelli in mezzo, non importa la posizione, ma entrare in campo con la fame, pronti a lottare su ogni pallone”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
135 queries in 1,279 seconds.