Spunta un nuovo manoscritto di Giorgio Bassani

paola-bassani

Spunta un nuovo manoscritto di Giorgio Bassani, probabilmente una raccolta di poesie.

L’annuncio è giunto a sorpresa da Vittorio Sgarbi, nel corso della presentazione del libro della figlia di Bassani, Paola e che si è tenuta ieri pomeriggio alla libreria Ibs e che si intitola “Se avessi una piccola casa mia. Giorgio Bassani, il racconto di una figlia” (ed. La Nave di Teseo).

“Ero a Palazzo Fava a Bologna per una conferenza – ha spiegato Sgarbi, a quanto riportano i giornali locali – quando mi ha raggiunto un uomo di mezza età con il quaderno in questione tra le mani. Diceva di fare l’insegnante e mi ha raccontato di averlo acquistato su una bancarella bolognese. In realtà, sperava di riuscire a venderlo a qualche editore per arrotondare la sua situazione, ma temeva di essere interdetto dagli eredi”. Dato il valore letterario della scoperta, il critico ha così pensato di metterlo direttamente in contatto con la figlia Paola, la quale non ha smentito la possibilità che esista un’altra raccolta in versi mai data alle stampe, e si è messa a disposizione per un incontro, forse la settimana prossima. “Dubito che qualcuno possa prendersi la briga – ha aggiunto Sgarbi – di produrre un apocrifo di Bassani. Adesso è necessario che il proprietario del presunto inedito incontri gli eredi e ne venga riconosciuta l’autenticità. Confesso che non mi dispiacerebbe accompagnarne la pubblicazione”.

“Si tratta di un quaderno a quadretti in pelle nera – lo ha descritto il critico ferrarese – contenente una trentina di poesie manoscritte. Leggendolo direi che sia databile a prima della guerra, tra il ’38 e il ’40. D’altronde, lo stile è simile a quello de ‘L’alba ai vetri’; sono componimenti in quartine di endecasillabi rimati”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
136 queries in 1,318 seconds.