Strade da chiudere? Incontro Zappaterra-Prefetto Tortora

prefettura

Ci vorrebbero 36 milioni di euro circa – e la stima è probabilmente prudenziale – per intervenire su tutti i tratti stradali di proprietà della provincia di Ferrara che hanno bisogno di essere sistemati. Tanto servirebbe per occuparsi di guard rail, manti stradali da rimettere a nuovo, ponti da mettere in sicurezza. Difficile immaginare che l’ente provincia, ormai vicino alla definitiva chiusura in virtù della riforma Del Rio, possa disporre di una cifra del genere.

Era questo il tema dell’incontro tra il prefetto di Ferrara Tortora e la Presidente della provincia Marcella Zappaterra, tenutosi questa mattina nella sede prefettizia di Corso Ercole d’Este. L’incidente mortale di Massenzatica, che poco dopo la metà di marzo ha causato la morte di quattro giovani sul cosiddetto Ponte Trapella, ha portato in primo piano il tema della responsabilità degli amministratori in tema di sicurezza delle strade: come si sa, la procura ha coinvolto nell’indagine sulle cause dell’incidente – con tanto di avvisi di garanzia – anche i vertici dell’amministrazione provinciale.

Resta da capire cosa fare per il futuro: quasi certamente verrà aumentata la segnaletica e in molti tratti stradali saranno rivisti i limiti di velocità. Ma non è escluso, al momento, che si arrivi addirittura alla chiusura al traffico di un certo numero di strade, con le ovvie ricadute in termini di disagio. Da qui la scelta di coinvolgere il Prefetto: “L’incontro in effetti c’è stato – dice Marcella Zappaterra – Il Prefetto ha ben compreso tutte le nostre difficoltà: con lui cercheremo di capire come evitare disagi alla viabilità provinciale tenendo conto che il nostro ente oggi si trova nella oggettiva impossibilità di riparare tutti i tratti stradali a rischio”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
133 queries in 1,113 seconds.