TENNISTAVOLO FERRARA: cappotto sul Latisana e secondo posto per la serie C

Per la squadra B in C2 la stagione si chiude con la vittoria sulla Fortitudo e l’accesso allo spareggio promozione

“Cappotto” interno al Latisana, e il Tennistavolo Ferrara termina la C1 al secondo posto, piazzamento che non vale la promozione ma che nulla toglie all’ottima stagione della prima squadra societaria, a segno in undici delle quattordici partite disputate. Nel 5-0 con i friulani Sani e Gallerani (entrambi oltre il 60% di successi in campionato) hanno siglato due vittorie a testa, mentre Curarati ha conquistato il quinto punto, raggiungendo il bilancio complessivo di 26 affermazioni in 33 partite (79% di positività).
Sorrisi anche in C2, dove la formazione “B” ha espugnato la palestra della Fortitudo per 5-2, chiudendo a sua volta al secondo posto (22 punti) e conquistando il pass per lo spareggio promozione, che si terrà domenica a Manzolino contro i padroni di casa della Dynamis, prima classificata dell’altro girone di categoria. A Bologna ennesima tripletta del “fuori categoria” Buzzone (score finale individuale di 35 vittorie in altrettanti incontri), mentre Antonucci ha conquistato i restanti due punti, concludendo la regular season con il 64% di successi (22-12).
In D1, invece, la scontata vittoria casalinga sul fanalino Renogalliera (5-0: due punti a testa per Caravita e Lombardi, uno per Tecchio) non ha evitato alla terza squadra societaria, sesta in classifica a quota 10, la delicata “coda” dei play-out, nei quali, domenica a Manzolino, per centrare la salvezza sarà necessario evitare l’ultima piazza nel gironcino a tre con Zinella e San Polo. Niente da fare, per contro, in serie D2, dove il Tennistavolo Ferrara “D”, a segno per 5-0 in casa contro il fanalino Maior, è amaramente retrocesso per via della classifica avulsa nonostante i cinque successi conquistati. In D3, infine, la quinta squadra societaria ha concluso il campionato (quinto posto, otto punti) cedendo a domicilio contro la Fortitudo per 3-5, con due vittorie individuali di Davi e una di Biasini.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
143 queries in 1,605 seconds.