Terremoto a Ferrara, la ricostruzione continua: la Certosa – VIDEO

Oggi sono passati 5 anni esatti dalle scosse di terremoto che sconvolsero Ferrara e l’alto ferrarese, oltre all’Emilia intera.

Tante le commemorazioni. A breve ricorderemo anche cosa hanno vissuto i ferraresi, ma intanto questa mattina in città, ma anche nel pomeriggio, si sono potute toccare con mano le ferite che pian piano si stanno rimarginando dopo il terremoto.

 

 

Non dimenticare cosa è significato il terremoto per Ferrara, per lo stravolgimento che ha apportato nelle tante vite ma anche del patrimonio storico estense.

Palazzi, strutture e monumenti che per secoli hanno resistito al tempo ma che il 20 maggio del 2012 sono rimasti feriti dalle scosse del terremoto. In occasione del 5° anniversario del sisma in Emilia, sono stati aperti, in anteprima, i cantieri di due opere.
Alle 10 l’appuntamento è stato alla Certosa monumentale e alle 16 alla palazzina ex Mof.

La dirigente del Servizio Beni monumentali del Comune, Natascia Frasson, ha spiegato il progetto ai ferraresi mentre lo storico Francesco Scafuri è intervenuto sull’aspetto storico del complesso. Ma i cantieri, a Ferrara, sono ancora tanti.

I ferraresi, dal 20 maggio 2012 in poi, hanno iniziato anche a convivere con la consapevolezza che Ferrara e provincia sono territori a rischio sisma, e quindi si è lavorato anche sulla prevenzione.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
137 queries in 1,379 seconds.