Terremoto: giornata per ringraziare i volontari

volontariSono persone normali, che ogni giorno conducono una vita normale. Ma queste persone hanno sempre con sé uno zaino a portata di mano perché mentre lavorano, o sono a casa con i figli devono sempre in prima linea perché quando l’emergenza arriva non avverte mai prima.

Loro sono i volontari della protezione civile, settemila in Emilia –Romagna tutti sul campo dopo pochi minuti dalla prima scossa del terremoto arrivata alle 4.04 di quella domenica mattina del 20 maggio 2012.

Settemila su 20mila che hanno permesso alla gente bisognosa di trovare un luogo dove dormire, dove rifocillarsi, dove ricevere informazioni.

Quelle persone oggi si sono date appuntamento al Paladozza di Bologna perché il presidente Vasco Errani ha voluto organizzare una cerimonia per ringraziare tutti quanti hanno lavorato intensamente per portare aiuto e confronto alle persone colpite dal sisma.

Una cerimonia ricordata anche dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano che rivolgendosi ai volontari ha detto “Siete la parte migliore dell’Italia”.

Tanti gli ospiti della cerimonia. C’era anche Beppe Carletti dei Nomadi, l’ideatore del concerto al campo volo di Reggio Emilia, il primo a ricevere un attestato di ringraziamento.

Sul palco anche un ferrarese, Marcello Gumina, che presiede la consulta regionale del volontariato che spera che anche questo settore non debba fare i conti con i tagli.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=3b1c11a8-a71f-4c09-aada-ab751ca1d3d5&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

2 Commenti

  1. Benini VAB FERRARA says:

    Una gran giornata con la mia seconda famiglia .
    Orgoglioso della mia terra e della mia gente !

  2. Pingback: Terremoto: giornata per ringraziare i volontari | Battiamo il sisma

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
142 queries in 1,621 seconds.