Test sierologici per polizia locale, operatori Asp e dipendenti Ferrara Tua

Il sindaco di Ferrara, Alan Fabbri, annuncia l’avvio delle procedure per sottoporre il personale, dipendente comunale, ai test sierologici per la ricerca degli anticorpi da Covid 19.

“Finalmente, a partire da lunedì – dichiara il primo cittadino – potremo avviare lo screening sui dipendenti comunali per capire se qualcuno è entrato in contatto con virus. Dopo quasi un mese e mezzo di attesa e di burocrazie imposte dalla Regione siamo riusciti ad ottenere la possibilità di procedere. Il Comune sottoporrà al test sierologico per la ricerca degli anticorpi da Covid 19 i dipendenti più esposti al rischio di contagio, cioè quelli che in queste settimane difficili hanno lavorato a stretto contatto diretto con il pubblico a partire dagli agenti della Polizia Locale”.

Fabbri poi punta il dito contro la Regione Emilia Romagna che avrebbe ignorato, in un primo momento, la volontà di sottoporre i dipendenti alle analisi.

Intanto, i test verranno proposti ai dipendenti che potranno sottoporsi allo screening su base volontaria. Il test eseguito è di tipo qualitativo per IgG ed IgM e indica la positività o negatività per i rispettivi anticorpi. Come previsto dalla Delibera 475 della Regione in caso di positività il Laboratorio comunicherà la stessa all’utente che comunque dovrà tempestivamente comunicarlo al Medico di Base che valuterà, insieme al referente Asl, il comportamento da seguire. Sempre come previsto dalla delibera l’eventuale esecuzione del Tampone nasofaringeo verrà definita dal Curante con l’Asl e sarà a carico dell’Azienda Sanitaria salvo diverse disposizioni. I test verranno effettuati a chiamata presso il Poliambulatorio F Medical di Ferrara che è Punto Prelievi con Service di Bianalisi S.P.A., autorizzata dalla determina regionale del 14/05/2020 per l’esecuzione dei test sierologici.

I test sono stati acquistati al prezzo indicato dalla Regione Emilia Romagna e in base all’ordinanza sindacale sugli acquisti di prodotti e servizi per il contenimento del contagio.

“I primi ad essere testati saranno gli agenti della Polizia locale, a cui seguiranno i dipendenti di Asp Ferrara che operano in contesti di fragilità, come le case protette e i dipendenti che sono attivi agli sportelli delle delegazioni di quartiere oltre agli operatori di Ferrara Tua che lavorano in prima linea – spiega ancora il sindaco -. Anche in questa fase di ripartenza è fondamentale mettere in atto in modo mirato tutte le possibili strategie al fine di mantenere la situazione positiva che vede Ferrara tra le province meno colpite della regione”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
138 queries in 1,748 seconds.