Un capodanno lungo un mese

“Vogliamo superare i successi degli anni scorso, come numero di presenze e di iniziative”.

Si danno obiettivi ambiziosi gli organizzatori del Capodanno a Ferrara che, nonostante il terremoto e la crisi economica, sono riusciti ad allestire una serie molto lunga di iniziative. Oltre all’incendio del Castello, quest’anno verrà riproposta la formula dell’anno scorso, con cene esclusive e il villaggio della solidarietà con la pista di pattinaggio al giardino delle Duchesse.

Per gli organizzatori il numero delle prenotazioni per il Capodanno sono già incoraggianti, a differenza di un’annata, il 2012, durante la quale a Ferrara si è registrato il calo di circa un quarto dei pernottamenti. Il Capodanno però è diventato un marchio che traina il turismo in città e che prenderà il via già domenica prossima.

Per gli organizzatori i fuochi non creeranno problemi al Castello, sottoposto a vari test acustici.

“Il Capodanno”, sostiene il presidente della Camera di commercio, Carlo Alberto Roncarati, “è un modo per ripartire dopo un anno difficile”.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=0752c875-c685-453d-98d2-da43d6f8da1d&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
132 queries in 1,246 seconds.