Biodiversità e tutela ambiente per preservare Riserva Mab Unesco – VIDEO

Impedire la cattura oppure, nel qual caso, ampliare la possibilità di cura delle tartarughe. E’ stato questo l’obbiettivo del progetto europeo Tartalife, che si è appena concluso, avente come obbiettivo la conservazione della tartaruga marina Caretta Caretta, specie prioritaria inserita nella Direttiva Habitat e protetta da numerose Convenzioni internazionali, e minacciata a livello planetario.

Si stima che in Mediterraneo ogni anno la pesca professionale catturi accidentalmente oltre 130 mila esemplari. E proprio nel Delta del Po si stima esserci una delle più alte concentrazioni di esemplari. Grazie al progetto TartaLife, condotto in collaborazione con i pescatori e promosso nelle 15 regioni italiane che si affacciano sul mare, si è cercato di ridurne la mortalità indotta dalle attività di pesca attraverso la diffusione di soluzioni tecniche innovative, la formazione dei pescatori e il rafforzamento dei Presidi di recupero/primo soccorso , come quello inaugurato alcuni giorni fa a Goro.

Conservare la biodiversità e tutelare l’ambiente. E’ questo l’obbiettivo primario del Parco del Po dell’Emilia-Romagna per preservare un’area divenuta alcuni anni fa Riserva Mab Unesco

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
133 queries in 1,135 seconds.