Un’anteprima di estate sulla costa per il ponte pasquale

E’ attesa una Pasqua all’insegna del beltempo e per le strutture balneari e alberghiere diventa un primo assaggio dell’estate 2019.

Saranno oltre 1.600 le strutture alberghiere aperte e funzionanti, per un totale di 260mila posti letto sulla riviera emiliano-romagnola e nell’entroterra per le vacanze pasquali e i ponti di primavera 2019.

Ad una ricca offerta ricettiva, ristorativa e di servizi di spiaggia, unita alla proposta dei parchi tematici e al cartellone di eventi, si aggiungeranno oltre 1.200 ristoranti, pubblici esercizi e aziende agrituristiche. Attiva, anche se non ancora aperta, una buona parte degli oltre 1.400 stabilimenti balneari della costa che metteranno a disposizione dei turisti i loro servizi, compresi i primi aperitivi sulla spaggia.

Secondo l’Osservatorio Trademark Italia e Sigma Consulting, le proiezioni indicano, rispetto al 2018, un avvio di stagione più dinamico e proficuo per gli operatori: si stima infatti “che del milione e mezzo di viaggiatori del periodo pasquale, il 26% alloggerà nelle strutture ricettive della Romagna”. Per l’Osservatorio la stima di spesa per il weekend di Pasqua dovrebbe attestarsi sui 160 euro al giorno a persona (circa il 10% in più del 2018), mentre la durata di queste brevi vacanze appare stabile: il 13% degli italiani trascorrerà fuori casa una sola notte, il 31% due notti, il 28% 3 notti. Solo il 5% progetta di restare lontano da casa almeno 6 notti.

Una premessa che fa ben sperare l’intera regione, con l’obiettivo di attirare turisti non solo sulla costa, ma anche nelle città d’arte, nelle terme e sull’appennino dell’Emilia-Romagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
133 queries in 1,203 seconds.