Unife, al via le immatricolazioni alle lauree. Summer Tour il 24, 25 e 26 luglio

Da oggi (18 luglio, ndr) è possibile immatricolarsi ai corsi a programmazione locale in Farmacia (100 posti), Scienze biologiche (720 posti), Biotecnologie (250 posti), Scienze motorie (720 posti), CTF (130 posti): i posti sono assegnati in ordine di presentazione della domanda online, fino a esaurimento degli stessi. Per questi, come per gli altri Corsi a numero programmato, sia nazionale sia locale, procedure, scadenze e date dei test sono descritte nella pagina web Unife dedicata ai Corsi a numero programmato (www.unife.it/programmato). Per i corsi ad accesso libero invece il via alle immatricolazioni scatterà dal 23 luglio e fino al 31 ottobre, anche se per i ritardatari ci sarà tempo sino al 31 dicembre. La scadenza è al 15 aprile 2020 invece per le lauree magistrali (+2), sempre ad accesso libero.

Tra le novità più importanti di quest’anno, come noto, l’aumento dei posti disponibili nel corso di Medicina e Chirurgia, saliti a 602 (di cui 2 riservati a studenti extra UE). L’offerta formativa dell’Ateneo si amplia poi grazie al nuovo corso ad accesso libero in Biotecnologie mediche e all’apertura di una nuova sede ad Adria del corso in Infermieristica per 99 posti disponibili (ad accesso programmato, iscrizioni al test fino al 20 agosto).

Tra le informazioni di interesse per studentesse e studenti Unife e per le loro famiglie, ci sono sempre quelle relative ai costi. Quest’anno le rate delle tasse saranno tre, con la prima rata modulata sulla base dell’ISEE peri chi lo avrà compilato per tempo. Oltre alla NO tax area per ISEE fino a 23.000 euro, confermata la riduzione delle tasse anche per quelli fino a 50 mila euro, prevista da Unife per andare incontro al maggior numero di studenti. Esonero totale poi anche per chi ha conseguito il diploma o laurea alla triennale con la lode, oltre che per una ampia serie di casistiche.

In occasione dell’apertura delle immatricolazioni, il 24, 25 e 26 luglio, l’Università di Ferrara organizza un Summer Tour, evento pensato per chi vuole conoscere meglio i corsi, visitare le sedi e saperne di più sui servizi dell’Ateneo e della città. Per chi ha già deciso, sarà possibile immatricolarsi e ricevere un omaggio. unife bilancio genere

Biotecnologie mediche, il nuovo corso per i professionisti delle biotecnologie per la medicina Entra da quest’anno nell’offerta dei corsi di area biomedica proposti dall’Ateneo estense la laurea triennale ad accesso libero in Biotecnologie mediche. Spiega Claudio Trapella, docente di Chimica e referente del Corso: “Il corso di Biotecnologie Mediche è stato pensato per creare un laureato eclettico che possa spaziare nei campi del sapere della chimica, biologia e medicina con una preparazione multidisciplinare. Ad oggi, nonostante le elevate specializzazioni presenti sul mercato del sapere, la figura del biotecnologo medico può porsi all’interfaccia tra le scienze biologiche e la medicina andando a colmare un gap professionale molto richiesto dall’industria biotecnologica e dalle strutture sanitarie nazionali ed europee.”

Il Corso formerà figure professionali particolarmente richieste nell’attuale panorama scientifico, capaci di padroneggiare piattaforme tecnologiche specifiche dell’ingegneria genetica, proteica e metabolica e quindi di individuarne i bersagli molecolari. Modellistica molecolare, progettazione e sviluppo di kit diagnostici, tecniche di bioconversione per la produzione di piccole molecole e di proteine di interesse (enzimi, proteine ricombinanti, metaboliti, vaccini, fine chemicals, etc.), tecniche di purificazione e analisi delle biomolecole e di piccole molecole organiche, completano le competenze che il Corso vuole sviluppare. Anche l’attenzione sulla validazione della biocompatibilità di materiali e sulla progettazione di materiali biomimetici sarà di estrema importanza per la preparazione del laureato in ambito terapeutico e gli consentirà di porsi all’interfaccia tra il chimico e il medico per la produzione di materiali innovativi.

Infermieristica, nuova sede ad Adria. 99 posti disponibili per futuri infermieri, iscrizioni entro il 20 agosto. Vuole rispondere alle richiesta di formazione e di professionisti nelle aree del basso Polesine e del basso Ferrarese, la nuova sede di Adria della Laurea triennale in Infermieristica dell’Università di Ferrara. Abilitante all’esercizio della professione di infermiere, il corso mette a disposizione 99 nuovi posti, ai quali si accede mediante prova di ammissione con iscrizione al test entro il 20 agosto.

“Il Corso prevede lezioni teoriche e attività di laboratorio di simulazione, per l’acquisizione delle competenze tecniche e relazionali – spiega il Prof. Stefano Volpato, Coordinatore di Infermieristica – e poi i tirocini pratici, che rappresentano circa il trenta per cento dell’intero percorso e che realizzeremo in strutture sanitarie pubbliche o private, nel territorio e nel campo dell’assistenza domiciliare. Grande importanza rivestono in questo senso le collaborazioni con l’azienda ospedaliero-universitaria S. Anna e USL ferrarese e con la AULSS5 del Veneto”.

Verranno inoltre sviluppate ulteriori conoscenze che permetteranno all’infermiere di educare a sua volta i pazienti e la società su aspetti riguardanti la prevenzione, il mantenimento della salute e la messa in atto delle terapie. Infine, saranno favorite le conoscenze che consentiranno allo studente di comprendere e svolgere attività di ricerca scientifica in ambito infermieristico.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
134 queries in 1,336 seconds.