Valorizzare la salina, come? L’avviso pubblico del Comune di Comacchio

salinaFra le azioni in programma di “Progetto Comacchio”, l’accordo  pubblico – privato siglato nei mesi scorsi per la valorizzazione economica, culturale e sociale della città lagunare, c’è anche il recupero delle antiche tradizioni che fanno oggi  di Comacchio una sorta di esempio “storia rivissuta” dal vivo dalle giovani generazioni.
In questa ottica l’apprendimento e la diffusione degli antichi mestieri acquistano il valore di testimonianza viva della cultura e dell’identità locali. Per questo Progetto Comacchio ha inserito fra le azioni da intraprendere il progetto, prima di recupero, poi di valorizzazione  dell’antica salina.
Nel mese di giugno scorso il progetto di riqualificazione del sito, avviato con il restauro della Torre Rossa, vecchia postazione di guardiania e con il completo recupero del laboratorio didattico, ha segnato un traguardo importante, arricchito dalla re-immissione dell’acqua nei bacini salanti. La ripresa del ciclo produttivo del sale darà i primi attesi frutti entro la fine dell’estate.
Oggi bisogna pensare a come diffondere cultura e mestieri legati alla produzione del sale.
Per questo, dopo il corso di formazione di “Salinaro, secolare custode del sale dei Longobardi, il Comune di Comacchio ha emanato oggi un avviso pubblico per individuare un’associazione di promozione sociale, che si faccia carico dell’attuazione del progetto di valorizzazione culturale.
L’ avviso pubblico è consultabile e scaricabile dalla home page del sito comunale. progetto comacchio
dal comunicato stampa del Comune di Comacchio:
Le candidature, secondo le modalità espressamente elencate nell’avviso pubblico, dovranno pervenire IN BUSTA CHIUSA all’Ufficio per le Relazioni con il Pubblico, entro le ore 12 del 16 settembre 2016. La durata della convenzione, il cui schema è scaricabile anch’esso dalla home page del sito comunale, sarà efficace dalla data di sottoscrizione sino al 31 dicembre 2017, rinnovabile di un anno ulteriore in accordo tra le parti. Il progetto vincitore si aggiudicherà un contributo pari a 2mila euro per il 2016 e di 5mila euro per il 2017, per le finalità indicate nella convenzione. Le candidature dovranno essere presentate da parte di associazioni di promozione sociale senza scopo di lucro. Per tutte le informazioni dettagliate, si rinvia alla consultazione dell’avviso pubblico sul portale comunale www.comune.comacchio.fe.it.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
141 queries in 1,223 seconds.