Vasco Errani a Ferrara per “Liberi e Uguali”

errani

“Quando la politica è lontana dal paese reale si producono fatti preoccupanti, prima di tutto per la qualità della democrazia, perché gran parte dei cittadini elettori non si riconosce più nella politica e nemmeno nelle istituzioni: il compito che ci siamo attribuiti é dare risposte a queste persone. Le disuguaglianze che nascono dalla progressiva concentrazione del reddito vanno a contrastare con politiche di redistribuzione, in mancanza delle quali si va verso un progressivo e sempre più forte impoverimento dei ceti medi e delle classi più deboli. A questo fine non puo’ bastare la politica dei bonus.”

Sono le parole di Vasco Errani, oggi a Ferrara come esponente di “Liberi e Uguali”, movimento che domenica si è dato come leader il presidente del Senato Pietro Grasso e che riunisce MDP, Sinistra Italiana e il movimento Possibile di Civati.

2 Commenti

  1. Uguali a chi ? Falliti .. al massimo arrivano al 4%

  2. Donatella says:

    Discorso di forte portata intellettuale, comprensibile e d’effetto. Però sarebbe opportuno iniziare ad affiancare a questi discorsi di carattere generale esempi concreti della vita reale in cui tutto questo si manifesta e come si manifesta, con un filo logico che ne costruisca la sequenza. Di tanto in tanto Vasco Errani dopo un discorso di questo tipo esordisce con “ad esempio”, e riporta un esempio, ben spiegato, che rende ancor più comprensibile e completa la relazione col campo reale, per una migliore sensibilizzazione degli ascoltatori.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
142 queries in 1,432 seconds.