Vendita azioni Hera, sindacati contrari: “Si apre alla privatizzazione”. Assemblee con i lavoratori

sindacati zagatti zanirato barberisCGIL, CISL e UIL unitamente alle categorie criticano la decisione del comune di Ferrara sulla razionalizzazione della Holding e la possibilità di vendita, di parte delle aziende di pubblica utilità quali, AMSEF e le azioni di Hera. ” Si apre la strada alla privatizzazione di servizi” spiegano i sindacati che annunciano, per la prossima settimana, assemblee con i lavoratori di tutte le aziende partecipate

Il Comunicato a firma di Cgil, Cisl e Uil Ferrara “Avevamo assistito, in campagna elettorale, da parte di chi poi ha vinto le elezioni a dichiarazioni di conferma degli “asset pubblici. Successivamente, invece, dall’Assessore al bilancio la volontà di vendere (in parte) azioni di alcune partecipate; dichiarazione smentite poi a mezzo stampa, dall’attuale Sindaco e dal Vicesindaco che con alcuni lavoratori ha affermato che “garantiva lui” e che le attuali aziende sarebbero rimaste in mano pubblica.

“Il Sindacato nei mesi scorsi ha incontrato formalmente il Sindaco, l’assessore al Bilancio e il Presidente della Holding (che detiene la stragrande maggioranza delle quote delle aziende) e ci è sempre stato garantito che l’azionista (il Comune) avrebbe mantenuto l’attuale assetto proprietario, anzi avrebbe investito reinternalizzando attività.

“Peccato che il consiglio comunale il 16 dicembre, su proposta della Giunta, abbia deciso diversamente! È l’attendibilità delle affermazioni a misurare la serietà del confronto e che ne determina la credibilità.

“Siamo critici sugli effetti di operazioni simili perché questa via apre la strada alla privatizzazione di servizi che, per la loro natura ed universalità, devono garantire qualità ed equità ai cittadini che ne usufruiscono e per questo sono e devono rimanere sotto la responsabilità del governo locale. Pensiamo ad esempio al ruolo che hanno le Farmacie comunali. AFM al momento non sembra essere toccata da razionalizzazione /alienazione delle quote, ma, a nostro avviso, visto il chiaro indirizzo politico si tratterà solo di tempo.cgil-cisl-uil

“Siamo contrari a queste scelte perché svincolare risorse economiche con un bilancio che a detta di chi amministra, è più che in ordine è incomprensibile.

“Dal punto di vista economico che senso ha privarsi di aziende o di azioni che hanno in questi anni concorso in maniera consistente ad incrementare le entrate del Comune?

“Da un punto di vista politico invece, cedere in parte o in toto di azioni delle proprie società da parte degli Enti Locali significa continuare a non voler svolgere un ruolo vero ed incisivo di indirizzo e controllo di aziende che erogano servizi pubblici ai cittadini; salvo il fatto, successivamente, di lamentarsi per la qualità dei servizi offerti.

“Alle aziende pubbliche, andrebbe chiesto di mantenere adeguati presidi e rapporti territoriali, un piano di rilancio degli investimenti per le politiche ecosostenibili, di cura e manutenzione del territorio, facendo svolgere così anche una funzione anticiclica, che in un periodo di congiuntura sfavorevole deve sostenere uno sviluppo anche in chiave locale.

“Invece si sceglie di disinvestire da Hera, come se diminuendo ulteriormente la presenza azionaria si potesse contare di più e pretendere maggiori investimenti e qualità dei servizi alimentando un’idea di economia liberista che prevale sull’interesse dei cittadini.

“Abbiamo inviato una formale richiesta d’incontro al primo cittadino per manifestargli ancora una volta la nostra contrarietà a tale prospettiva e per proporgli un patto che preveda nessuna privatizzazione nell’arco della legislatura.

“La prossima settimana si svolgeranno assemblee con i lavoratori di tutte le aziende partecipate che stanno manifestando grande preoccupazione, come cittadini e come lavoratori, per condividere con loro le nostre posizioni e senza escludere, nel caso in cui il Sindaco non ci dia risposte positive, azioni conseguenti”

Per CGIL CISL UIL Ferrara: Cristiano Zagatti Bruna Barberis Massimo Zanirato

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
139 queries in 1,195 seconds.