Vinyloop, crisi aziendale davanti alla Prefettura di Ferrara e in Regione – VIDEO

Lavoro: stamattina in Prefettura a Ferrara ed oggi pomeriggio in Regione per il tavolo istituzionale all’assessorato alle attività produttive.

Continua la protesta dei lavoratori di Vinyloop, l’azienda ex Solvey di Via Marconi.

Assessore regionale alle Attività produttive Palma Costi incontra i lavoratori

 

Nessun licenziamento collettivo, nessuna procedura di mobilità per i lavoratori, almeno sino a quando resterà aperto il tavolo istituzionale, riconvocato per giovedì 3 maggio.

E’ quanto deciso al tavolo che si è tenuto in queste ore all’assessorato regionale alle attività produttive dell’Emilia-Romagna per affrontare la crisi di Vinyloop, azienda insediata nell’area industriale ex Solvay di Via Marconi. Una lunga crisi, quella dell’azienda specializzata nel riciclo degli scarti in Pvc, iniziata nel 2017 poi sfociata nella cassa integrazione, con l’attività produttiva ferma e più di venti dipendenti che rischiano di rimanere a casa.

“Dalla proprietà non arriva ancora nessun segnale, spiegano i sindacati: né sulle ragioni della crisi, né risposte sul futuro produttivo ed occupazionale”. L’amministratore delegato di Vinyloop Italia, l’ingegner Franco Tarantino, ha ribadito la posizione della proprietà ma non abbiamo nessuna chiarezza sulle loro intenzioni, spiegano le Rsu di Vinyloop. In pratica non si scioglie ancora il nodo su come la proprietà intende il futuro dell’impianto ferrarese: un impianto per mera produzione oppure con la possibilità di rigenerare la plastica. Due politiche commerciali molto differenti, ribadiscono i sindacati. La Regione infatti ha ribadito la possibilità di utilizzare la legge 14 per finanziare la ‘riconversione verde dell’impianto’ ferrarese, come è già successo, in Regione, per Bompani e Lamborghini.

La stessa posizione è stata ribadita davanti al Prefetto di Ferrara, dove si è cercato di capire quali siano le difficoltà. In concomitanza con il tavolo istituzionale il lavoratori hanno proclamato lo sciopero di 24 ore e presidiato le due sedi interessate dagli incontri.

COMUNICATO DELLA REGIONE – La Regione chiede alla proprietà un piano di riconversione dello stabilimento

Oggi riunione in viale Aldo Moro a Bologna sulla vertenza che coinvolge l’azienda ferrarese specializzata nel riciclo degli scarti di Pvc. Prossimo incontro il 3 maggio

VinyLoop in regioneUn mese di tempo per consentire alla proprietà della Vinyloop di Ferrara di formulare una proposta di riconversione, passando anche dalla ricerca industriale, in grado di assicurare la continuità produttiva dello stabilimento, rimanendo sul mercato con un prodotto, per riciclato, competitivo e rispettoso delle normative europee.

È questo quanto emerso dal tavolo di salvaguardia occupazionale, tenutosi oggi pomeriggio in Regione a Bologna, per la Vinyloop, azienda con 19 lavoratori (partecipata al 60% dal gruppo inglese Ineos e al 40% dal gruppo francese Ferrari) insediata nell’area industriale ex Solvay di via Marconi a Ferrara, specializzata nel riciclo degli scarti di Pvc.

All’incontro, convocato dall’assessore regionale alle Attività produttive Palma Costi, sono interventi i sindacati di categoria di Cgil, Cisl e Uil, l’azienda assistita da Confindustria e l’assessore alle Attività produttive (petrolchimico) del Comune di Ferrara, Caterina Ferri.

La Regione, a fronte di una proposta che punti alla riconversione del sito produttivo, metterà a disposizione gli strumenti necessari per il rilancio, mentre nel frattempo ha chiesto l’impegno alla proprietà di non prendere decisioni unilaterali sul futuro di azienda e lavoratori. Il prossimo incontro è stato fissato per venerdì 3 maggio.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
138 queries in 1,165 seconds.