Arrestato per aver picchiato la convivente: “Subivo violenze da tre anni”

auto-carabinieriGrave episodio ieri a Ferrara dove un uomo è stato arrestato per aver picchiato la convivente.

Una donna con un occhio tumefatto e le labbra gonfie, ci vorranno sette giorni per guarire dalle ferite, che chiedeva aiuto in lacrime.

Così i carabinieri hanno trovato, in strada a Ferrara ieri a mezzogiorno e trenta, la convivente dell’uomo di 47 anni originario della Tunisia, poi arrestato per lesioni personali volontarie e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Applicata la nuova legge dello scorso luglio denominata “Codice Rosso”, con le nuove disposizioni in materia di tutela delle vittime di violenza domestica e di genere.

Al mattino, secondo il racconto della donna, l’uomo avrebbe picchiata e l’avrebbe inseguita. A farlo desistere, sarebbe stato l’arrivo della gazzella dei carabinieri, militari che hanno tentato di fermarlo ma il 47enne si sarebbe dato alla fuga su per le scale del palazzo in cui c’è l’abitazione della coppia. Una volta raggiunta la cima dell’edificio, l’uomo si sarebbe sentito in trappola e per guadagnarsi la fuga avrebbe aggredito i carabinieri con spintoni

Una volta bloccato, l’uomo è stato dichiarato in arresto e portato nella caserma di via Appuntato Carmine della Sala dove è stato trattenuto nella camera di sicurezza in attesa del giudizio direttissimo. La vittima, invece, è stata soccorsa da un’ambulanza del “118” che l’ha trasportata al Pronto Soccorso dell’ospedale Sant’Anna di Cona.

Una volta dimessa, la donna ha sporto denuncia per i reati di maltrattamento in famiglia e lesioni personali ed ha rivelato che, nei tre anni di convivenza, in diverse occasioni l’avrebbe picchiata selvaggiamente con pugni al volto ed alla testa, e di non aver mai sporto denuncia, né essere ricorsa alle cure mediche, per paura della reazione dell’uomo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
135 queries in 1,504 seconds.