Ancora cassa integrazione alla VM, Fiom: “Situazione preoccupante”

vm motori motore azienda lavoro impresa economia centoAncora cassa integrazione alla VM Motori di Cento, in cui sono impiegati 1200 persone. Per la Fiom di Cgil la situazione sarebbe sempre più preoccupante.

Produzione ferma dal 27 luglio fino ad un non meglio precisato inizio di settembre.

A dirlo è Samuele Lodi, della Fiom Cgil di Ferrara, dopo l’incontro di venerdì con la direzione aziendale della VM di Cento, azienda che impiega centinaia di lavoratori e attorno alla quale gravita un’importante indotto economico.

Il 29 giugno all’esame c’era la cassa integrazione guadagni ordinaria della prima metà di luglio. La direzione avrebbe comunicato formalmente l’utilizzo di altra cassa integrazione per la fine di luglio e l’inizio di agosto.

“E’ molto probabile poi”, sottolinea Lodi, “prevedere ancora cassa per fine agosto ed inizio settembre”. Tutto questo quindi, se collegato al fermo produzioni per le tre settimane di ferie di agosto, dovrebbe portare a un fermo della produzione da fine luglio a settembre.

Per Fiom, è necessario aprire un confronto sul futuro dello stabilimento centese. Dal mese di aprile ad inizio agosto, per il sindacato saranno state oltre 40 le giornate di sospensione.

Se a questo, continua Lodi, si aggiungono le incertezze del mercato americano sulle motorizzazioni diesel e la concorrenza di Ford nei confronti di FCA, il futuro per VM, secondo il sindacato, appare incerto.

“Auspicare che il mercato americano torni a crescere in termini di domanda per porre fine all’utilizzo della cassa integrazione, significa che la situazione è estremamente preoccupante” conclude Lodi, secondo il quale gli auspici andrebbero rafforzati con progettualità e strategie concrete per il futuro dello stabilimento.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
137 queries in 1,443 seconds.