Tornano i voucher, i sindacati ferraresi: “Un dramma”

voucher-lavoroCIGL, CISL, UIL contro la possibilità del ritorno ai voucher.

La contrarierà delle tre sigle sindacali arriva tramite un comunicato.

Non piace ai sindacati la possibilità di un ritorno ai voucher, confermata anche nelle ultime ore dal Ministro del Lavoro Luigi Di Maio, e di una revisione della Legge 199/2016 che contiene disposizioni in materia di contrasto ai fenomeni del lavoro nero, dello sfruttamento del lavoro in agricoltura e di riallineamento retributivo nel settore agricolo. In un comunicato congiunto, CGIL-CISL-UIL di Ferrara chiedono un incontro ai Presidenti delle Commissioni Lavoro ed Agricoltura di Camera e Senato ed ai Presidenti dei Gruppi Parlamentari di entrambe le Camere, con l’obiettivo di illustrare le proposte per la piena applicazione della Legge 199/2016 e le ricadute, in termini di trasparenza ed emersione del lavoro nero, nel caso venissero di nuovo introdotti i voucher in agricoltura.

Ogni passo indietro nella lotta al caporalato ed alla intemediazione illecita di manodopera – si legge in un comunicato – significherebbe rinunciare a quanto ottenuto attraverso le iniziative sindacali unitarie di questi anni a tutela dei lavoratori e della legalità del settore agricolo.

Sempre per le tre sigle sindacali, se l’obiettivo è quello di voler pagare il lavoro stagionale con i voucher, è ritenuta vergognosa tale scelta, facendo presente che il lavoro in agricoltura di fatto prevede già la chiamata giornaliera dell’operaio a tempo determinato, con un costo della paga oraria analogo a quello di un voucher stesso.

I sindacati, concludendo, si chiedono quale sia la convenienza se non quella di utilizzare il ritorno ai voucher con l’ennesimo tentativo di destrutturare un intero settore, che a Ferrara conta più di 12.000 addetti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


 
132 queries in 1,232 seconds.