10 Anni Sisma, Sindaco di Ferrara da Mattarella: “Ricostruzione modello virtuoso”

C’era anche una delegazione istituzionale ferrarese, in rappresentanza degli enti locali, oggi alle iniziative per i 10 anni dal sisma d’Emilia, tra Medolla e Finale Emilia, con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Il sindaco Alan Fabbri, con il presidente della Provincia Gianni Michele Padovani e i sindaci Simone Saletti (Bondeno), Davide Bergamini (Vigarano), Edoardo Accorsi (Cento), Andrea Baldini (Argenta), Daniele Garuti (Poggio Renatico) hanno partecipato al programma degli eventi.

“Ferrara c’è e ricorda oggi, e sempre, i dieci anni dal sisma, accogliendo il presidente Mattarella”, ha detto Fabbri, all’epoca sub-commissario alla ricostruzione, che esprime il suo primo pensiero “alle vittime di quei tragici giorni”. “Il 20 – 29 maggio 2012 hanno segnato profondamente la nostra terra. Terra che ha saputo rialzarsi, quasi completando – per parte privata – il percorso della ricostruzione. Manca l’ultimo miglio, soprattutto sulla parte pubblica: l’attenzione non deve calare e i problemi sopraggiunti, mi riferiscono in primis alla difficoltà di reperire la materia prima e all’impennata dei costi energetici, ci auguriamo stimolino adeguate risposte da parte del governo, affinché la ricostruzione possa terminare il suo percorso”.

“La ricostruzione post sisma d’Emilia ha definito un modello, grazie anche al contributo della sua gente, che deve essere esempio per il Paese e fare scuola per una attesa risposta, anche legislativa, relativa soprattutto alla prevenzione e alla mitigazione dei rischi da disastro”.
“Questa giornata è l’occasione per tornare a dire grazie a tutti i volontari, ai tecnici, a chiunque ci ha manifestato, concretamente, la propria solidarietà”, sottolinea inoltre Fabbri.

“Quello di oggi è un momento importante, per la nostra comunità, per il territorio, per il Paese – dice il presidente della Provincia Padovani -. Il nostro primo pensiero – oggi e sempre – va alle famiglie che hanno perso i loro cari. Questi dieci anni non hanno offuscato la memoria di quei tragici eventi, nel lavoro costante per la ricostruzione e nell’impegno continuo per il territorio.

Un impegno oggi riconosciuto dal Paese. La visita del presidente Mattarella è, da questo punto di vista, il riconoscimento della straordinaria risposta della nostra terra e della solidarietà che è emersa all’indomani del sisma”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.