‘1000 Miglia: Motori e Colori di un Mito’ mostra di modellismo fino al 18 giugno in alla biblioteca Bassani di Barco

Ci sarà tempo ancora fino al prossimo sabato 18 giugno per visitare la mostra ‘1000 Miglia: Motori e Colori di un Mito’, rassegna di modellismo statico e dinamico, alla biblioteca comunale Giorgio Bassani, di via Grosoli 42 a Ferrara (zona Barco). L’esposizione, allestita in occasione del passaggio a Ferrara dell’edizione 2022 della storica corsa automobilistica, sarà visitabile negli orari di apertura della biblioteca: dal martedì al sabato dalle 9 alle 13, martedì, mercoledì e giovedì anche dalle 15 alle 18,30.

Gabriele Guidetti vive a Bologna, città da cui si allontana per i suoi frequenti viaggi di lavoro. La passione delle auto, specie da corsa, e l’interesse per la pittura l’ha portato alla fine degli anni 70′ ad iniziare collaborazioni con importanti riviste del settore come Autosprint e Rombo. Oggi è possibile trovare le sue illustrazioni su epocAuto,Autosprint,Ruoteclassiche,Autocollezione Magazine, Klassieke Techniek-NL e su libri ( Trento-Bondone,Autobianchi A112, Alpine A110 Les Blues Italiennes, Fiat 128, Abarth memories, Abarth-the scorpion tales, Abarth-the scorpoin wins , 100 anni di Targa Florio ed altri).

Dal 2000 Guidetti è curatore di varie collezioni per l’editoria dove esegue i rilievi dei veicoli originali e segue la realizzazione in scala del modello in Cina. Sue “creature” sono l’Alfa Romeo Sport Collection, Ali d’Italia, le moto di Valentino Rossi , Lamborghini e Maserati collection per la Fabbri/Gazzetta dello Sport . Per Hachette ha sviluppato in varie scale Abarth collection, Mille Miglia, Moto Guzzi collection, Alfa Romeo Centenary, la Fiat 500 Abarth , Duetto, Escavatore NH , Giulia dei Carabinieri, Fiat 500F, Iveco Stralis, Golf GTI, Vespa 150 GS , Fiat Abarth 695 Assetto Corsa, SM79 e molte altre ancora. Inoltre collabora con alcune famose carrozzerie che restaurano auto d’epoca: in questo compito è d’aiuto l’enorme archivio fotografico e cartaceo che si è costruito in 30 anni di ricerche ed acquisti che va dal 1908 ai giorni nostri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.