Sisma, operaio morì nel crollo: processo rinviato a dicembre

ursaE’ stato rinviato al 13 dicembre 2016 il processo in tribunale a Ferrara per Ursa, azienda di Bondeno in cui il 20 maggio 2012 morì Tarik Naouch nel crollo di un capannone per le scosse del terremoto.

Due gli imputati, al momento, Mauro Monti e Pierantonio Cedrini, mentre la procura sta valutando la posizione di altri due ‘nuovi’ indagati, progettista e titolare azienda che fornì la trave crollata nel capannone Ursa.
Il rinvio di oggi è dovuto al cambio del giudice Stefano Amore, che andrà alla Corte Costituzionale mentre arriverà il nuovo, Cristina Lepore.

Intanto sono già fissati da tempo gli altri due processi: per Tecopress di Dosso con 5 imputati (il titolare Enzo Dondi e i tecnici Elena Parmeggiani, Modesto Cavicchi, Dario Gagliardi e Antonio Proni), il processo in tribunale per la morte dell’operaio Gerardo Cesaro è fissato al 12 luglio.
Per quanto riguarda il processo ‘meno veloce’ tra i tre per le tragedie del terremoto nel Ferrarese, quello per Ceramica S.Agostino, altra azienda in cui morirono due operai, Leonardo Ansaloni e Nicola Cavicchi, quattro sono gli imputati: i tecnici Bruno Luigi Formigoni, Andrea Govoni, Andrea Fipertani e il titolare dell’azienda Ennio Manuzzi. Udienza preliminare il 16 giugno prossimo.

(ANSA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *