“16° Vespa Raduno Nazionale Città di Ferrara”: domenica 24 luglio ritrovo di appassionati da tutta Italia in largo Castello

Manifestazione di vespe storiche quella in programma per domenica 24 luglio con ritrovo in largo Castello, a Ferrara alle 8 e partenza alle 9.45 del giro turistico dedicato alle città terremotate del 2012. Il “16° Vespa Raduno Nazionale Città di Ferrara” è stato presentato oggi, mercoledì 20 luglio nella sala degli Arazzi della residenza municipale ed è dedicato alle città colpite dal terremoto del 2012.

All’incontro con i giornalisti sono intervenuti l’assessore comunale al Turismo Matteo Fornasini, il presidente e il segretario del Vespa Club Ferrara Daniele Gilli e Martin Dallago, il presidente dell’associazione Giulia Michele Grassi, il presidente e la vicepresidente del Moto Club Casco Matto Luigi Gallo e Debora Marangoni, il presidente di Voghiera Soccorso Paolo Periari.

“Ferrara è felice di ospitare questo raduno – ha affermato l’assessore Matteo Fornasini nel corso dell’incontro di presentazione – perchè da un lato promuove la bellezza e l’accoglienza della nostra città e di tutto il territorio, dall’altro sostiene la raccolta fondi finalizzata a un progetto sociale importante come l’Ambulanza Pediatrica a cura dell’Associazione Giulia e Voghiera Soccorso”.

Il Vespa Club Ferrara, quale organizzatore della manifestazione denominata: “16° Vespa Raduno Nazionale Città di Ferrara”, fa presente che essa ha lo scopo di riunire in città gli appassionati e collezionisti dello scooter più famoso e venduto nel mondo e di far conoscere ai partecipanti provenienti da varie parti d’Italia, la bellezza della città rinascimentale, alla quale è stato riconosciuto dall’UNESCO il prestigioso riconoscimento di “Patrimonio dell’Umanità” . Con ciò si vuole contribuire a non limitare l’evento alla sola manifestazione sportiva, ma renderlo un momento di interesse turistico, culturale e sociale, dando modo agli intervenuti di vivere la Città e il suo territorio a 360°; regalando scorci unici come il Castello Estense, simbolo del capoluogo e del Vespa Club Ferrara, e vari palazzi monumentali tra i più belli del centro storico, creando in loro il desiderio di tornare nuovamente a Ferrara.

“2012+10” sarà il titolo della manifestazione di quest’anno. In questa edizione si vuole omaggiare il territorio ferrarese e tutti gli Emiliani nel decimo anniversario del terremoto del 2012.

Un evento che ha segnato inevitabilmente e profondamentela poplazone che porta ancora vivo il ricordo davanti ai propri occhi ma soprattutto nel cuore.

Oggi come allora, con la forza ed il cuore che gli Emiliani hanno dimostrato di avere già in quello spiacevole frangente, si riparte.

Si riparte dopo due anni di immobilità e di incertezza che hanno congelato i progetti, ma non hanno fermato la voglia di ritornare alle abitudini e alla vita di prima ed è questo il significato che si è voluto dare all’edizione 2022 del ‘Vespa Raduno di Ferrara’, per ricordare a tutti che dopo un momento buio si può e si deve ricominciare.

Con l’itinerario pensato per il Raduno si condurranno i partecipanti a rivivere fisicamente il ricordo del Terremoto; sarà infatti un percorso di 50 km che partendo dalla cornice del Castello di San Michele ( conosciuto anche come “” Castello Estense “”) passerà attraverso i paesi della provincia di Ferrara che più hanno riportato le ferite del sisma: Poggio Renatico, Sant’Agostino, Buonacompra, per poi sconfinare a Finale Emilia per una breve sosta e concludersi infine, con il pranzo presso la Sala Polivalente di Casumaro di Cento .

Agli iscritti verrà consegnato un depliant con il percorso corredato di immagini a testimonianza di quanto c’era prima e di cosa il Terremoto ha causato. I grandi risultati raggiunti con la ricostruzione visibili oggi, potranno essere apprezzati personalmente.

Il raduno, con il passaggio sulle strade della Provincia e nel Centro Storico di Ferrara, vuole creare un momento molto suggestivo da far vivere non solo ai partecipanti, ma prima di tutto ai cittadini Ferraresi. Una manifestazione che non vuole essere una competizione, bensì una operazione per fare memoria di una cultura meccanica e tecnologica che, da sempre, vede l’Italia come modello unico nel mondo. Infatti il Raduno che non è né una gara di regolarità né una passerella nostalgica, ma è una sensibile e rispettosa riscoperta storica di un passato tecnologico, che tra mille difficoltà ha portato ai giorni nostri, creando per tutti la straordinaria avventura di essere liberi di viaggiare, di conoscere persone e luoghi lontani ma soprattutto fare cultura. Cultura e tradizione motoristica che oggi sono viste sempre più come importante esempio dell’Italian Style. Non è semplicemente un’occasione per guardare al passato, magari con spirito di nostalgia, ma per riproporre questo patrimonio di conoscenza tecnologica e di evoluzione dello stile, come opportunità concreta di promozione turistica del territorio.

“Chi possiede una Vespa non è il proprietario di un veicolo, ma il custode di un pezzo di storia”.

La precedente edizione risale al 2019. Il “Vespa Raduno Nazionale Città di Ferrara” è un evento che si svolge ogni anno dal 2004 sul territorio provinciale con il Patrocinio della Regione Emilia Romagna, Comune di Ferrara e Vespa Club d’Italia a cui è affiliato.

Il Vespa Club Ferrara nell’anno 2009 ha ottenuto dalla Provincia di Ferrara la licenza all’uso del marchio “Ferrara terra e acqua” ha portato a Ferrara oltre 500 partecipanti, provenienti da varie parti d’Italia e dall’estero, con larga eco positiva su stampa e TV.

Per info e contatti: http://www.vespaclubferrara.it/contatti/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.