2 agosto, strage stazione Bologna: il VOSTRO ricordo

2 AGOIl bisogno di approdare a una verità condivisa dopo tanta, troppa rassegnazione alle omissioni, ai depistaggi, alle verità parziali.

Era questo il segno della manifestazione che ieri si è svolta a Bologna in occasione del 33esimo anniversario della strage della stazione. Una bomba nella sala d’aspetto di una delle stazioni più frequentate d’Italia, alla vigilia delle vacanze estive: 85 morti, oltre 200 feriti, e quell’orologio perennemente bloccato sulle 10.25 del mattino.

Per tanti di noi quel giorno è una fonte di ricordi indelebili, che niente e nessuno sarà in grado di cancellare. Il 2 agosto 1980 si è consumato il più grave attentato terroristico nell’Italia del dopoguerra. La strage è entrata di prepotenza nella vita di tutti noi. Laura Boldrini, presidente della camera dei deputati, partecipando alla cerimonia di commemorazione della strage, ha ricordato il disorientamento vissuto in quelle ore, da aspirante studentessa marchigiana dell’ateneo di Bologna, in cerca di un alloggio. “Il giorno della strage – ha detto – ero qui, ed eravamo sgomenti, non capivamo ancora cosa stesse succedendo”.

Costruire una memoria, un ricordo condiviso significa anche approfondire e recuperare i ricordi ciascuno di noi. Ed è questa l’iniziativa a cui Telestense vi chiede di collaborare. Cosa ricordate di quel giorno? Cosa stavate facendo, come l’avete vissuto, quali sono le tracce che ha lasciato dentro di voi? Raccontatelo a Telestense, inviando una mail all’indirizzo [email protected]. Telestense pubblicherà testimonianze e ricordi sulla pagina delle lettere del proprio sito.

%CODE%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *