Che anno sarà il 2019?

Ci avviciniamo alla conclusione del 2018, è stagione di bilanci, ricordi, previsioni e naturalmente oroscopi. In sostanza ci chiediamo un po’ tutti che anno sarà il 2019?

Per l’Onu il 2019 Il 2019 sarà l’Anno internazionale delle lingue indigene. In difesa di chi lotta per la propria identità. L’Unesco, da parte sua, invece, ha proclamato il 2019 Anno Internazionale della Tavola Periodica per celebrare il 150esimo anniversario dall’invenzione da parte di Dmitrij Mendelev del sistema periodico e della Tavola, un capolavoro della scienza per classificare gli elementi chimici, ancora in fase di completamento poiché il numero degli elementi conosciuti continua ad aumentare .
IL 2019 ricorrerà anche il centenario dell’International Union of Pure and Applied Chemistry-IUPAC, l’Unione internazionale di chimica pura e applicata formata dalle varie Società Chimiche nazionali, Accademie scientifiche e altre organizzazioni chimiche.
Per venire più vicino a noi il 2019 per Luigi di Maio sarà l’anno del cambiamento, per la voce più autorevole fra astrologi tv ,Paolo Fox, il 2019 sarà l’anno delle rotture definitive nelle coppie in crisi.
Nel calendario cinese il 2019 che inizia il 5 febbraio prossimo è l’anno del maiale, ’ultimo dei dodici animali dello zodiaco cinese.
Si chiude ai primi di Febbraio l’anno del cane, animale simbolo di mitezza e fedeltà, come il maiale è invece simbolo di altruismo e generosità , di capacità di grande concentrazione e determinazione.
A Ferrara il 2018 si chiude con una serie di bilanci positivi: da parte del sindaco la città, dice tiziano tagliani sta per portare a compimento progetti urbanistici importanti, dalle corti di medoro, ai musei in restyling di palazzo Massari, e dei Diamanti, il tempio di san cristoforo alla certosa. L’università cresce e la città si riempie di studenti. Crescono i locali della ristorazione pub, bar, anxche in conseguenza della crescita del turismo.
Il lavoro non manca, ma non si incontrano come dovrebbero ancora domanda e offerta, le tasse sono bloccate, le scuole comunali hanno ottenuto un premio per la qualità delle mense. Intanto l’arcivescovo, mons. Perego, annuncia l’avvio atteso anche se non esaustico dei cantieri di messa in sicurezza di chiese chiuse dal sisma 2012, il prosieguo dei lavori in Cattedrale, due nuove chiese, e lancia un appello ai laici cristiani perché testimonino la loro presenza attiva in citta e si coinvolgano sia nella vita diocesana che in quella cittadina. Il messaggio è quello inviato da Papa Francesco per la 52 giornata della pace che si celebra il 1° gennaio, ed è rivolto agli uomini della politica e a tutti i cittadini.
“La politica, scrive Papa Francesco, è la forma più alta di attività degli individui al servizio della collettività”, un messaggio fortemente in controtendenza rispetto alla vulgata di una politica troppo compromessa dai vizi umani, dalla stupidità e dalla violenza gratuita di tanta parte del linguaggio dei social.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *