21 Marzo: Giornata della Memoria e dell’Impegno per le vittime di mafia

Diversi gli appuntamenti in programma a Ferrara in occasione della “Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle Vittime innocenti delle mafie”, iniziativa voluta e celebrata da Libera che ricorre a livello nazionale il 21 di marzo.

Già da sabato 19 a giovedì 31 marzo la Biblioteca di Casa Niccolini (via Romiti 13, Ferrara) parteciperà all’evento, attraverso l’esposizione di un percorso bibliografico a tema, con contributi di vario genere: libri, fumetti, graphic novels, biografie, romanzi, albi illustrati e film, per parlare a bambini e ragazzi “delle vittime innocenti delle mafie”. L’esposizione è ingresso libero e gratuito, negli orari di apertura della biblioteca (martedì e giovedì 14,30-18,.30; mercoledì, sabato 9-12,30).

Appuntamento pubblico quello in programma per domenica 20 marzo a partire dalle 9,30, in piazza Squarzanti, in occasione della “47esima Caminada par San Zorz – Trofeo AVIS”, organizzata dalla polisportiva Ferrariola e Uisp Ferrara. Ai partecipanti verrà fatto omaggio di una piantina in vaso. Ogni piantina è dedicata a una vittima di mafia, con una breve descrizione della sua storia e i riferimenti per approfondire la vicenda e le implicazioni.

Un’ulteriore iniziativa, dedicata alle scuole superiori, quella in calendario per lunedì 21 marzo 2022 dalle 8,30 alle 13. Due classi dell’Istituto Vergani e due classi dell’Istituto Bachelet,saranno impegnate in un laboratorio dal titolo: “Morire di Mafia: la memoria non si cancella” nella sala Polivalente del Grattacielo. Il laboratorio sarà condotto dai ragazzi dell’associazione “Cosa Vostra”, nata per portare avanti ricerca e analisi delle dinamiche comunicative legate al territorio e quelle partecipative legate all’antimafia, con la collaborazione di ragazzi e ragazze provenienti da più realtà italiane, allo scopo di creare una rete per lo sviluppo di una più ampia coscienza sociale sulle pratiche della legalità. Sempre lunedì 21 marzo alle 18, nella Sala Polivalente del Grattacielo (viale Cavour 189, Ferrara) in collaborazione con la Biblioteca Popolare Giardino verrà presentato il libro “Morire di Mafia” (Sperling & Kupfer) alla presenza degli autori. Il volume raccoglie la rievocazione delle storie di oltre duecento vittime del crimine organizzato dal secondo dopoguerra ai giorni nostri. Sono donne, uomini e bambini; magistrati, imprenditori, politici, giornalisti, membri delle forze dell’ordine e comuni cittadini. Ingresso libero. Necessario green pass rafforzato.

Come ogni anno dal 1996, il 21 marzo (primo giorno di primavera), sul territorio nazionale viene organizzata la “Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle Vittime Innocenti delle mafie”. La data è simbolica: perché in quel giorno di risveglio della natura si rinnovi la primavera della verità e della giustizia sociale, perché solo facendo memoria si getta il seme di una nuova speranza.

Quest’anno, la manifestazione nazionale organizzata dall’Associazione Libera e da Avviso Pubblico viene organizzata a Napoli e porterà tanti giovani, amministratori locali, autorità e semplici cittadini a manifestare in ricordo delle mille e più vittime innocenti delle mafie.

(Per info: https://vivi.libera.it/it-21marzo)

Anche a livello locale questa ricorrenza viene celebrata con eventi promossi dal Comune di Ferrara, insieme a Libera, Avviso Pubblico, UISP, Polisportiva Ferrariola, Associazione Cosa Vostra, Biblioteca Niccolini, Biblioteca Popolare Giardino, Arci Ferrara.

L’iniziativa è organizzata dal Comune di Ferrara (Ufficio Sicurezza Urbana/ Centro di Mediazione) e realizzata grazie ai contributi dell’Area Sicurezza urbana e legalità della Regione Emilia Romagna per l’anno 2021 che hanno finanziato il progetto “Legalità a Ferrara: percorsi, strumenti e metodi” (ex LR 24/2003 Testo Unico per la promozione della legalità e per la valorizzazione della cittadinanza e dell’economia responsabile). E’ patrocinata dal CDE, “Centro di Documentazione e Studi sull’Unione Europea” dell’Università di Ferrara.

La prima iniziativa si tiene il 20 marzo. In occasione della “47esima Caminada par San Zorz – Trofeo AVIS”, organizzata dalla polisportiva Ferrariola e da UISP Ferrara, a partire dalle 9,30, in piazza Squarzanti, ai partecipanti verrà fatto omaggio di una piantina in vaso. Ogni piantina è dedicata, tramite un apposito segnalibro che viene consegnato insieme alla pianta, a una vittima di mafia, con una breve descrizione della sua storia e i riferimenti per approfondire la vicenda e le implicazioni. Si ringrazia calorosamente l’Azienda Roverati Giardini di Ostellato, che ha collaborato donando la metà delle piantine previste per l’iniziativa.

La seconda iniziativa è dedicata alle scuole superiori. Il 21 marzo dalle 8,30 alle 13 due classi dell’Istituto Vergani e due classi dell’Istituto Bachelet, presso la sala Polivalente del Grattacielo, saranno impegnate in un laboratorio dal titolo: “Morire di Mafia: la memoria non si cancella”. Il laboratorio viene condotto dai ragazzi dell’Associazione “Cosa Vostra”. Si tratta di una associazione di promozione sociale, nata come ricerca e analisi delle dinamiche comunicative legate al territorio e quelle partecipative legate all’antimafia, collaborano ragazzi e ragazze provenienti da più realtà italiane, per creare una rete che possa contribuire a sviluppare una più ampia coscienza sociale sulle pratiche della legalità. Alle ore 18, grazie alla collaborazione della Biblioteca Popolare Giardino, presso la Sala Polivalente del Grattacielo (Viale Cavour 189), alla presenza degli autori, verrà presentato il libro “Morire di Mafia”, edito da Sperling & Kupfer, nel quale vengono rievocate le storie di oltre duecento vittime del crimine organizzato dal secondo dopoguerra ai giorni nostri. Sono donne, uomini e bambini; magistrati, imprenditori, politici, giornalisti, membri delle forze dell’ordine e comuni cittadini. Questo libro – parla di Mafia raccontando le persone e vuole essere un primo tentativo di fare Storia attraverso un mosaico di «microstorie», ponendo particolare attenzione ad alcune vicende meno note o ingiustamente abbandonate all’oblio. Ingresso libero. Necessario green pass rafforzato.

Anche la Biblioteca di Casa Niccolini (Via Romiti 13) partecipa all’evento, attraverso l’esposizione di un percorso bibliografico a tema, con contributi di vario genere: libri, fumetti, graphic novels, biografie, romanzi, albi illustrati e film, per parlare a bambini e ragazzi “delle vittime innocenti delle mafie” . L’esposizione è ingresso libero e gratuito, dal 19 al 31 marzo negli orari di apertura della biblioteca (martedì e giovedì 14,30-18,30; mercoledì, sabato 9,00-12,30).

I titoli esposti sono disponibili per il prestito e possono essere prenotati o scelti al momento.

E’ inoltre possibile accedere online ai titoli esposti, tramite il link:

https://padlet.com/infoniccolini/3jwrrius7g8stvoz

Per info sull’esposizione: 0532/418231 – [email protected]

Per info sugli eventi: Centro di Mediazione del Comune di Ferrara, email [email protected], tel 0532 770504, pagina Fb Festa della Legalità e della Responsabilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.