26 agosto a Santa Margherita Ligure i leader G20 sull’Empowerment Femminile – VIDEO

Per la prima volta nella storia del G20 domani a Santa Margherita Ligure si organizza una conferenza speciale sul tema dell’empowerment femminile. A volerlo è lo stesso G 20 a  presidenza italiana che lo ha posto  come uno degli asset fondamentali  del nostro Governo e del PNRR.

Per le donne che vivono, lavorano, si battono per avere  opportunità pari a quelle degli uomini nei 20 Paesi i cui leader siedono al tavolo del G”20, domani è un giorno speciale, da segnare sul calendario.

A Santa Margherita Ligure si terrà, infatti,  una conferenza speciale sul tema dell’empowerment femminile, ossia su come favorire i processi attraverso cui le donne possano prendere consapevolezza di sè e dei propri talenti, ancora poco sfruttati e valorizzati nel mondo,  da mettere al servizio della loro realizzazione personale e delle comunità in cui vivono.

Su come valorizzare il protagonismo femminile Elena Bonetti ministra per le Pari opportunita’ e la famiglia collegata questa mattina via Zoom all’evento ‘Le citta’ delle donne, le imprese femminili motore del rilancio dell’economia’ . organizzato dall’Università di Genova.non ha avuto dubbi: serve più  formazione e più  lavoro di qualità, e in particolare servono più imprese guidate da donne. La Conferenza di domani indica che c’è un’assunzione politica e culturale, in ambito G20, della necessità di dare centralità nei vari Paesi alle politiche per la valorizzazione del talento e della leadership delle donne, all’affermazione e alla tutela dei loro diritti e al contrasto alla violenza di genere.

a Conferenza, che sarà presieduta dalla Ministra Elena Bonetti, vedrà la partecipazione dei Ministri responsabili per le pari opportunità del Paesi del G20 e dei Paesi ospiti, di rappresentanti di organizzazioni internazionali (UN Women, OIL, OCSE), del mondo delle imprese, dell’accademia e della società civile che si incontreranno per dibattere su due specifiche aree di approfondimento, la prima riguarda la formazione delle ragazze nelle discipline scientifiche e tecnologiche, finanziari e digitali, dell’ambiente e della sostenibilità; la seconda l’empowerment lavorativo ed economico e l’armonizzazione dei tempi di vita.

Per dare concretezza a questi impegni Il Governo Draghi “a partire da settembre attiverà un Fondo di 20 milioni di euro per il 2021 e altri 20 milioni per il 2022 per stimolare la nascita di start up e imprese sostenibili guidate da donne. Alessandra Todde viceministra dello Sviluppo economico anche lei collegata via Zoom all’evento ha annunciato che sono in fase di registrazione alla Corte dei Conti i decreti attuativi per il Fondo e l’attivazione del ‘Comitato impresa donna’ avrà il compito di attuare le linee di indirizzo per l’utilizzo delle risorse del fondo. L’Italia, dove oggi solo il 22% delle imprese sono femminili, vuole dotarsi in sostanza di strumenti idonei a recuperare il deficit di crescita dell’imprenditorialità femminile,  un potenziale ancora largamente inespresso su cui puntare per il rilancio dell’economia del Paese. La Conferenza sarà per i partecipanti l’occasione per condividere opinioni e buone pratiche sugli strumenti di sostegno all’empowerment femminile e di promozione della parità di genere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.