La ciambellina ’Brazadlin’: il primo prodotto ferrarese De.C.O. (Denominazione Comunale di Origine)

Il percorso della nuova Denominazione Comunale porta già al primo prodotto ‘pilota’ a marchio territoriale. Si tratta di un “Brazadlin”, un particolare biscotto casereccio che per primo potrà fregiarsi del nuovo brand ferrarese De.C.O. (Denominazione Comunale di Origine). Brand che ha lo stemma identitario del Diamante, chiaro richiamo alla forma degli oltre 8.500 blocchi di marmo che compongono il bugnato di Palazzo Diamanti.

La giunta ha dato l’ok questa mattina al disciplinare di produzione, su proposta dell’assessore Angela Travagli, che ha seguito l’intero percorso di ‘costruzione’ del brand, in collaborazione con l’Associazione strada dei vini e dei sapori della Provincia e l’istituto di istruzione superiore “Vergani-Navarra”. A tal fine gli studenti – che collaborano attivamente al progetto realizzando studi storici e ricerche utili ai fini della redazione dei disciplinari – hanno realizzato uno studio specifico dal titolo, “Storia di una coccola culinaria: i brazadlin”.

La commissione di esperti composta dall’agronoma Gloria Minarelli e dal professor Liborio Trotta ha invece testato ingredienti, lavorazioni, lievitazioni certificando il prodotto e il disciplinare oggi approvato. Realizzato questo passaggio, gli uffici ora provvederanno a registrare il biscotto casereccio come primo prodotto a marchio De.C.O. Si apre inoltre la possibilità per – le aziende – di avanzare la richiesta di produzione o di commercializzazione del Brazadlin.

Il percorso di realizzazione del marchio De.C.O. si è compiuto il primo giugno con l’ok della giunta allo stemma col Diamante e il via libera all’istituzione di un doppio registro: uno contenente la lista delle denominazioni e un altro l’elenco ufficiale delle iniziative, sagre e manifestazioni riguardanti le attività e le produzioni agroalimentari che, a motivo delle loro caratteristiche e dell’interesse culturale correlato, sono meritevoli di supporto.

I registri e la veste grafica del marchio sono stati il punto di arrivo di un iter che ha visto partecipi, in questi mesi, diversi soggetti e associazioni e il coinvolgimento del consiglio comunale, chiamato – a febbraio – ad esprimersi sul regolamento comunale per la tutela e la valorizzazione delle tipicità ferraresi e – ad aprile – ad esprimersi sui nomi degli esperti che hanno il compito di assegnare le De.C.O.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *