27 gennaio, Per non dimenticare

giornata memoria

Il 27 gennaio ricorre il Giorno della Memoria, un ricordo in commemorazione delle vittime del nazismo, dell’Olocausto e in onore di coloro che a rischio della propria vita hanno protetto i perseguitati.

In questo giorno si celebra la liberazione del campo di concentramento di Auschwitz, avvenuta il 27 gennaio 1945 ad opera delle truppe sovietiche dell’Armata Rossa. Anche quest’anno, Ferrara non dimentica e propone un ricco programma di manifestazioni che hanno già preso il via e che proseguiranno fino all’8 febbraio. Il Comitato Provinciale relativo a questa data ha aperto il calendario degli eventi lo scorso 13 gennaio, con la mostra “Per non dimenticare” presso il salone d’onore del Municipio di Ferrara, che rimarrà aperta al pubblico fino al 20 febbraio.

Dal 22 gennaio, tuttavia, si entrerà nella settimana più fitta di iniziative con l’incontro al Teatro Comunale di Ferrara tra gli studenti dell’istituto “Aleotti-Dossi” ed figlio di Giorgio Perlasca. Il giorno seguente, presso l’Archivio di Stato verrà presentato il percorso didattico “A carte scoperte. Itinerario attraverso vicende dai diversi destini: Auschwitz e Erez Israel”. Nel pomeriggio vi sarà anche un intervento del Rabbino Capo Luciano Caro che parlerà del modo di pensare dell’ebreo medio di fronte alla persecuzione e nell’immediato dopoguerra. Venerdì 24, Davide Guarnieri terrà una visita guidata pomeridiana della mostra da lui curata “I triangoli e le stelle – Momenti di Memoria” presso la Sala della Camera del Lavoro Cgil di Cento. Lo stesso Guarnieri, assieme al vice-sindaco Massimo Maisto ed a Delfina Tromboni presenzierà il giorno seguente, sabato 25 gennaio a mezzogiorno, all’inaugurazione presso il Museo del Risorgimento e della Resistenza della mostra “La valigia nascosta” di Arnaldo Pozza.

Particolarmente intensa la giornata di domenica 26, dove al Museo Nazionale dell’Ebraismo e della Shoah vi sarà l’inaugurazione della mostra “Viaggio e Memoria: tracce, parole, segni” a cura degli studenti del liceo artistico “Dosso Dossi”, mentre nel pomeriggio alle 17, la Sala degli Stemmi del Castello Estense ospiterà un appuntamento di musica e parole con letture di Piero Stefani e parte musicale affidata all’Accademia Corale Veneziani. Lunedì 27, poi, le celebrazioni con la cerimonia solenne in prefettura di consegna delle medaglie d’onore del Presidente della Repubblica a ex internati ferraresi militari (Imi) e civili nei campi nazisti.

Nel pomeriggio seguiranno una rappresentazione teatrale chiamata “Parole di carta” alla Sala Estense, lo scoprimento della targa a ricordo di un gruppo di zingari spagnoli internati in Rocca a Cento ed un concerto serale al Teatro Comunale di Ferrara dove si tratterà il tema della Berlino degli anni Venti e Trenta. Dal 29 gennaio, poi, seguiranno altre iniziative che coinvolgeranno Comune, Provincia, Università, Questura e Centri Sociali per non dimenticare e per mantenere viva anche tra i più giovani la memoria di una delle giornate più drammatiche che la storia ricordi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *