2G VASSALLI: sfida play-off con Salus Bologna

Sabato sera al Palacaneparo minispareggio tra i quintetti di Furlani e Ansaloni

Prima gara del 2019 e del girone di ritorno per la 2G Vassalli del patron Daniele Schincaglia. Al Pala Palestre, sabato sera (ore 21), i biancazzurri affronteranno in uno scontro play off la Salus Bologna guidata da coach Luca Ansaloni, che abbraccerà dall’altra parte della panca Adriano Furlani: i due hanno lavorato assieme ai tempi della Pallacanestro Ferrara nella gestione Bulgarelli. Dopo quattro ko consecutivi gli estensi devono riprendere il cammino dei successi, contro una compagine, quella bolognese, che approderà a Ferrara dopo il bel successo contro la Virtus Imola nell’ultima sfida del 2018. Bolognesi lanciati, dunque, biancazzurri assetati di rivalsa e forti dell’aggiunta dell’esterno, ex 4 Torri e Jesolo, Matteo Magni, che domani sera debutterà con la canotta della 2G Vassalli, che contro la Salus potrebbe riabbracciare per qualche minuto Alessandro Petronio, il quale scalpita per rientrare dopo il brutto infortunio a una mano che l’ha costretto a saltare buona parte del girone d’andata del torneo di C Gold. Diversi i motivi d’interesse per assistere al derby fra 2G Vassalli e Salus, a cui assisterà il pubblico delle grandi occasioni.

“La Salus è una squadra che è partita a rilento nelle prime giornate e ora sta trovando il giusto equilibrio e il giusto mix fra giovani e veterani – dice il vice coach dei biancazzurri Mattia Campi -. Bologna fa della coppia di lunghi Amoni e Pini le maggiori bocche di fuoco anche dal perimetro, in regia ha il giovane Tugnoli, veloce e ottimo giocatore di uno contro uno, sugli esterni ha Stojkov che, anche se non ha giocato molto nelle ultime settimane, è da tenere particolarmente d’occhio per esperienza e tecnica; ultimo componente del quintetto base è Allodi, buon esterno che può essere pericoloso su più fronti. Dal canto nostro dovremmo farci trovare pronti da subito, limitando i singoli della Salus in attacco e aggredendo la partita per tutti i 40’, cosa che nelle ultime uscite non è successo, anche perché si è perso un po’ della fiducia e dello smalto iniziale, sicuramente causa le tre brucianti sconfitte di Imola, Castel Guelfo e Bertinoro. Importantissimo sarà tornare alla vittoria, oltre che per la fiducia e il morale, anche perché si ha l’occasione di mettersi dietro di quattro punti con scontri diretti 2-0 una diretta avversaria per i play off”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *