600 iscritti a Medicina dal 2019/20. “Non sempre pochi iscritti vogliono dire più qualità”. Il rettore Zauli illustra il suo progetto – VIDEO

Hzaulia illustrato questa mattina in conferenza stampa il suo progetto, per il corso di laurea in Medicina e Chirurgia, di ampliare, per tutti coloro che avranno superato il test d’ingresso, il prossimo 3 settembre, il numero di immatricolazioni portandole a 600. La proposta, accolta dal Ministro Bussetti, permetterà al Rettore Giorgio Zauli di tener fede, come confermato questa mattina alla stampa, e anticipato sui media nei mesi scorsi , all’impegno, proprio di una Università pubblica, di offrire a tutti i giovani che aspirano a diventare medici, la possibilità di avere una formazione in questo senso.

Giorgio Zauli, rettore dell’Università di Ferrara, che mesi fa scosse il mondo accademico con la proposta di abolire il numero chiuso per Medicina, vista la carenza di Medici lamentata dal sistema sanitario nazionale, ha illustrato oggi in conferenza stampa quello che accadrà a Ferrara dal prossimo anno. Per ora 600 immatricolazioni a Medicina, con arrivi di studenti da università italiane, in cui il superamento del test non garantisce l’iscrizione, non significano automaticamente la sperimentazione proposta da Zauli, che avrebbe voluto eliminare il test d’ingresso per verificare solo alla fine del primo semestre o anno di studi, li obiettivi raggiunti dagli studenti in fatto di esami svolti e risultati ottenuti.
Fino a qualche anno fa, ha detto Zauli, Ferrara temeva la chiusura della Facoltà di Medicina, e il suo trasferimento a Bologna, ora che la facoltà mette solide radici e si amplia, ci sono timori di altro tipo.
A chi teme che triplicare in un colpo gli iscritti possa nuocere alla qualità della formazione, Zauli Alan Fabbririsponde portando risultati degli esami a Biotecologie e chiedendo a docenti in ruolo e a contratto un di più di impegno.

L’aumento da record di Ferrara è un unicum a livello nazionale e in regione, dove, il ministro dell’università e della ricerca, Bussetti, ha sì decretato un aumento delle iscrizioni in tutti i corsi di Medicina, ma solo del 18%, un po’ meno di quel 20% chiesto dal Ministro della Sanità Grillo, e che in Regione ha ottenuto solo Bologna..

Accanto all’impegno imposto alle strutture universitarie, c’è il tema dell’accoglienza in città. Su cui è intervenuto il sindaco Alan Fabbri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *