A Barco tra “fiscal compact” e politiche di sviluppo, incontro Gozi-Marattin – VIDEO e INTERVISTE

gozi_marattinFlessibilità nelle politiche fiscali per promuovere crescita e sviluppo o rigore e conti in ordine per abbattere il debito pubblico che azzoppa il Paese?

Ieri sera alla Festa del PD di Barco Sandro Gozi, Sottosegretario della Presidenza del Consiglio dei Ministri alle Politiche europee si è confrontato con l’Assessore al Bilancio del Comune di Ferrara Luigi Marattin, su uno dei temi su cui Matteo Renzi si è più impegnato nel corso della campagna elettorale per il rinnovo del Parlamento europeo. La politica europea non si improvvisa, servono esperienza e preparazione, così ha esordito ieri sera nel dibattito in programma alla Festa del PD di Barco, Democratica, il Sottosegretario Sandro Gozi, invitato a confrontarsi con Luigi Marattin, assessore al Bilancio del Comune di Ferrara, impegnato da sempre a sostenere la necessità per il Paese – ma lui lo ha già messo in pratica per il Comune di Ferrara – a ridurre l’ammontare dell’enorme debito pubblico italiano, vera e propria  ipoteca sul futuro delle nuove generazioni  e zavorra per lo sviluppo del Paese.

[flv image=”https://www.telestense.it/img-video/gozi.jpeg”]rtmp://telestense.meway.tv:80/telestense_vod/21714_gozi.mp4[/flv]

Gozi, 46 anni, forlivese, alla sua terza legislatura nelle file del PD, vanta un curriculum di studi di tutto rispetto fra scienze giuridiche, diritto internazionale  ed economia politica, docenze in diverse università italiane e straniere,  nonché  una carriera politica importante, iniziata  all’interno dell’Ulivo di Romano Prodi, di cui è stato assistente negli anni della presidenza in Europa, proseguita nel Pd a fianco di Ignazio Marino prima, poi di  Bersani , quindi dal 28 febbraio di quest’anno con Matteo Renzi, che lo ha nominato Sottosegretario agli Affari europei. A lui è toccato replicare in questi giorni al Commisario pro – tempore agli affari economici dell’UE, il finlandese  Katainen che aveva esortato l’Italia a procedere sulla strada delle riforme per ridurre debito pubblico e aumentare la competitività,  ricordandogli che di solo rigore non si va da nessuna parte e che il fiuscal compact già contiene regole per la crescita non ancora applicate.

Ricercatore e  Docente di Economia politica dell’Università di Bologna, Luigi Marattin non ha mai fatto mistero del suo modo di intendere i bilanci pubblici: se il Comune di Ferrara ha potuto permettersi di ridurre nella scorsa legislatura il debito pubblico e insieme le tasse, seppur di poco ai cittadini, lo deve anche al suo rigore nel pretendere conti in ordine. L’intervento sulla riduzione della spesa corrente, la vendita di azioni Hera e l’alienazione del patrimonio pubblico sono leve importanti per ridurre il debito pubblico, dice Marattin, ma “queste operazioni non si fanno se non c’è la volontà politica necessaria”. Non accetta di essere giudicato un “falco” delle politiche di bilancio, ma, precisa “ bisogna imparare a programmare e a spendere meglio.

Sulla contrapposizione tipica degli euroscettici fra rigore e flessibilità, Gozi e  Marattin si sono trovati d’accordo nel sostenere che il Fiscal compact contiene già misure di flessibilità, che dovranno essere applicate nel prossimo quinquennio, come si è impegnato a fare il neoeletto presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker esponente del PPE. “Ha ottenuto i voti del PSE, ha aggiunto Gozi,perché si è impegnato ad accettare questa linea, che altro non è che la linea di Matteo Renzi, accettata a fine giugno anche dal Consiglio dell’Unione.  Fra i temi toccati dal dibattito, taglio della spesa pubblica e spending revew, fondi strutturali europei e piano di politiche industriali,  ma anche il ricambio della classe dirigente, ha ribadito Sandro Gozi, che sulle future elezioni in Regione ha affermato , in sintonia con Marattin. che, nonostante indubbi meriti, i modello Emiliano – romagnolo va ripensato come richiedono i tempi e il contesto odierno.

[flv image=”https://www.telestense.it/img-video/marattin.jpeg”]rtmp://telestense.meway.tv:80/telestense_vod/210714_marattin.mp4[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *