A Carla Di Francesco, il Riconoscimento Fidapa Emilia Romagna 2020-2021 – VIDEO

Sabato 4 Settembre a Ferrara nel Salone d’onore di Casa Romei, alle 11, si svolgerà la cerimonia di conferimento del Riconoscimento Fidapa Emilia-Romagna 2020-2021 all’architetto Carla Di Francesco, figura di primo piano nel mondo dei Beni culturali della Regione Emilia Romagna e del Paese.

Romana di nascita, laureata in Architettura all’Università La Sapienza, Carla Di Francesco è una figura molto nota nell’ambiente della cultura ferrarese e dell’emilia romagna per gli incarichi che ha ricoperto come soprintendente prina, come direttore dei beni culturali della regione, poi.A lei è stato assegnato il riconoscimento Fidapa emilia romagna 20202021, un Riconoscimento istituito nel 1991 con lo scopo di sottolineare la presenza e il contributo della donna in vari settori produttivi, culturali e sociali.

Carla di Francesco ha svolto la sua prestigiosa carriera nell’ambito del Ministero per i Beni e le Attività culturali, iniziando la sua attività nell’ambito del restauro, come funzionario nella Soprintendenza di Ravenna e Ferrara, poi come Soprintendente per i beni architettonici e paesaggistici della Lombardia occidentale, infine è stata Direttore regionale Beni culturali della Lombardia e successivamente dell’Emilia-Romagna, dove nel 2012, ha diretto l’unità di crisi post sisma che ha dato avvio alla ricostruzione delle aree colpite dal terremoto.

Dalla regione è poi passata al Ministero con l’incarico di Segretario Generale e dal 2018 di Direttore della neo-costituita Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali della quale è tuttora consigliere scientifico. Una vita dedicata con passione e competenza al mondo del restauto, la sua oltre che della gestione del patrimonio artistico culturale del paese, un tema cui ha dedicato un’intensa attività di ricerca in collaborazione con il mondo accademico e con le Associazioni, con cui ha sempre collaborato.

Attualmente è Presidente regionale del FAI – Fondo ambiente italiano per l’Emilia-Romagna e dal 2018 della Fondazione Arturo Toscanini.

Il Premio Fidapa vuole riconoscere fra i suoi molti meriti la capacità di coniugare il rigore delle scienze alla cura del patrimonio culturale e del paesaggio dove ha saputo portare un approccio femminile alla progettualità e alla risoluzione delle problematiche via via incontrate.

Sabato attorno a lei ci saranno oltre ai rappresentanti delle istituzioni ferraresi e alle amiche della fidapa figure di prestigio delle Istituzioni artistico culturali italiane che hanno lavorato con lei in questi anni, fra questi il prof. Giuliano Volpe, archeologo, ex Rettore dell’Università di Foggia e già Presidente del Consiglio Superiore per i Beni Culturali e Paesaggistici del MiBACT, terrà una lectio brevis sui principi della Convenzione di Faro e gli aspetti del patrimonio culturale come diritto e bene collettivo della comunità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.