A Ferrara il 4 settembre una clinica mobile per la prevenzione cardiovascolare

Una clinica mobile per tenere in forma il proprio cuore e scoprire il proprio livello di rischio cardiovascolare. È quanto i cittadini ferraresi potranno trovare sabato 4 settembre, dalle ore 10 alle 18, in piazza Castello in occasione della Giornata della Prevenzione cardiovascolare. L’evento, all’interno della campagna regionale “Tieni in forma il tuo cuore” di cui Ferrara rappresenta la prima tappa, è ad accesso libero e gratuito.

Una equipe multidisciplinare di professionisti dell’Azienda USL e dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara sarà a disposizione della cittadinanza per eseguire, gratuitamente e senza prenotazione, tre tipi di chek-up: la determinazione dell’assetto lipidico e glucidico, con un semplice prelievo di una goccia di sangue capillare, la rilevazione dei principali parametri vitali, come pressione arteriosa e indice di massa corporea (BMI) e lo screening della fibrillazione atriale asintomatica.

Questa indagine, semplice ed efficace, eseguita all’interno del truck attrezzato e nei gazebo dedicati, consente di valutare la carta del rischio, ovvero stimare la probabilità di avere nei prossimi anni una grave malattia cardiovascolare e di modificare, quindi, in ottica preventiva, lo stile di vita.

Ci sarà anche il counseling finale da parte del cardiologo: i soggetti più a rischio verranno invitati a contattare il proprio medico di famiglia e, in caso di riscontro di patologia, verrà garantita una visita presso la cardiologia di riferimento del territorio. Inoltre istruttori di rianimazione cardiopolmonare certificati dall’American Heart Association daranno lezioni sull’uso del defibrillatore.

Al centro una campagna di informazione e sensibilizzazione sui comportamenti necessari per prevenire e ridurre i danni diffondendo buone pratiche per quanto riguarda attività fisica, alimentazione sana e stop al fumo. Anche perché a Ferrara la maggioranza della popolazione fra i 18 e 69 anni ha almeno uno dei potenziali fattori di rischio: familiarità, ipertensione arteriosa, fumo, alti livelli di colesterolo nel sangue, obesità, diabete e sedentarietà.

Le malattie cardiovascolari sono ancora la prima causa di morte in Italia, Emilia Romagna e Ferrara (quota decessi al 34% nel 2017) nonostante i rilevanti progressi medici degli ultimi anni. A livello locale la causa principale di mortalità, pari al 27%, è per le malattie cerebrovascolari, seguita da altre malattie del sistema cardiovascolare (22%), malattie ischemiche del cuore escluso infarto (21%), malattie ipertensive (15%) e infarto (11%).

Si parlerà anche di questo nel convegno “Prevenzione Cardiovascolare: una sfida per molti attori” in programma venerdì 3 settembre dalle 9 alle 13 nella sala Imbarcadero del Castello Estense. Il congresso scientifico, organizzato da Ausl e Azienda Ospedaliero Universitaria di Ferrara e rivolto a tutti i professionisti e operatori sanitari, può essere seguito dagli iscritti in modalità videoconferenza e sarà trasmesso anche in diretta Facebook dalle pagine aziendali AUSLFE e OSPFE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.