A Ferrara il congresso e il corso della ‘Società Italiana di Dermatologia’ presieduta dalla prof.ssa Monica Corazza (Direttore Dermatologia del S. Anna)

Si svolgeranno a Ferrara – presso il Teatro Comunale – dall’11 al 13 novembre il 18° Congresso e il Corso Nazionale della “Società Italiana di Dermatologia Allergologica, Professionale e Ambientale”, SIDAPA, della quale è attualmente Presidente la prof.ssa Monica Corazza, Direttore dell’Unità Operativa di Dermatologia dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara. La città estense si appresta, dunque, a essere teatro di questo momento di reciproco scambio culturale e scientifico, accogliendo gli specialisti provenienti da tutta Italia.

Al doppio appuntamento parteciperanno medici di varie discipline (dermatologi, allergologi, medici del lavoro, internisti) che presenteranno e discuteranno le novità scientifiche, in ambito clinico e di ricerca, principalmente nel campo della dermatologia allergologica.

Il congresso avrà come scopo principale quello di presentare il progredire della ricerca nei diversi settori della Dermatologia allergologica, professionale e ambientale, a vantaggio soprattutto della salute dei pazienti e al fine di definire misure di prevenzione idonee a migliorarne la qualità della vita. Tra gli argomenti principali troverà ampio spazio la dermatite da contatto, con la presentazione degli allergeni emergenti. Sono previsti, inoltre, approfondimenti in tema di fotobiologia e fotodermatologia, microbiologia cutanea e relazione tra cute e agenti esogeni, quali cibo e farmaci. Luce, agenti patogeni biologici, alimenti e farmaci possono essere infatti responsabili di varie e severe patologie.

Come di consueto, il Congresso sarà preceduto, nella giornata di giovedì, da un corso tenuto dai membri della Società. Gli argomenti trattati quest’anno saranno incentrati, in particolare, sulla dermatite atopica, con aggiornamenti sulla patogenesi e sulle innovative opzioni terapeutiche già disponibili o fruibili a breve.

“Le patologie cutanee allergologiche, quali dermatiti da contatto, orticaria e dermatite atopica, sono molto comuni e fortemente invalidanti”, commenta la prof.ssa Corazza. Non solo alterano gravemente la qualità di vita dei pazienti, ma hanno un forte impatto anche sociale e lavorativo. L’iter diagnostico è spesso complesso e talora multidisciplinare. Questo, unitamente alla disponibilità di farmaci innovativi, implica un aggiornamento costante da parte degli specialisti”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *