A.Usl Ferrara, per i positivi modulo on-line per accorciare tempi del contact tracing

Un’ulteriore novità, di ordine tecnologico, per migliorare ed accelerare il tracciamento, al fine di contrastare il proliferare dei contagi da covid 19. Novità che si aggiunge a quella, annunciata ieri dalla Regione, dell’individuazione come “Casi Positivi” per coloro che effettuano un tampone rapido presso farmacie e laboratori privati, senza la necessità del tampone molecolare effettuato dall’Ausl.

Procedendo con ordine. Come annunciato nei giorni scorsi il Dipartimento di Sanità pubblica dell’Ausl di Ferrara, in collaborazione con l’Ict, ha messo a punto un apposito “modulo informatico” che le persone che risultano positive al covid possono compilare direttamente on-line, accorciando i tempi del contact tracing, che nelle ultime settimane aveva presentato notevoli criticità.

Si tratta di una misura che si aggiunge all’implementazione di personale recentemente messa in atto, con l’obiettivo di andare incontro alle persone colpite dal covid e in quarantena, e ai loro “contatti”, cercando di ottimizzare i tempi di risposta.

Come funziona. La persona che risulta positiva al covid riceve un sms con il link al quale trova un form compilabile on line (il modulo informatico), in cui dovrà riportare la data del tampone di positività, se è asintomatica o l’eventuale presenza di sintomi ed eventualmente la data in cui sono iniziati; quindi i contatti stretti.

Una volta inviato, il form viene visionato dai tracciatori che procedono poi a inviare al positivo e ai suoi “contatti” le disposizioni relative alla quarantena, nonché appuntamento con data e luogo del tampone di fine quarantena. Come è evidente questa nuova procedura mette i tracciatori nelle condizioni di operare molto più velocemente e quindi di dare risposte più rapide all’utenza.

In questa direzione anche la misura predisposta dalla Regione di considerare positivi a tutti gli effetti, anche dopo un tampone antigenico. Ciò significa che queste persone non devono effettuare un ulteriore tampone molecolare per confermare la positività ma deve immediatamente mettersi in isolamento. La sua positività viene comunicata al Dipartimento di sanità pubblica, che lo prende in carico per la gestione della quarantena ed i successivi adempimenti.

“Stiamo mettendo il massimo impegno per dare risposte rapide ed efficaci all’utenza – spiega la dottoressa Clelia De Sisti, direttore del Dipartimento di Sanità pubblica dell’Ausl di Ferrara – e questa nuova modalità tecnologica ci aiuterà a procedere più spediti, in aggiunta all’arrivo di 10 nuovi operatori sempre per il tracciamento, grazie agli sforzi della Direzione Aziendale. Non dobbiamo dimenticare che, rispetto all’anno scorso in questo periodo, a fronte di un incremento esponenziale e rapidissimo dei contagi, e del fatto che attualmente non vi sono di fatto restrizioni alla circolazione delle persone, presenti invece a fine 2020, il personale è impegnato anche nella campagna vaccinale molto impegnativa. Gestiamo migliaia di contatti al giorno ed ovviamente vi sono tempi di processazione e margini di possibili disguidi, che comunque cerchiamo di minimizzare: noi da due anni stiamo facendo il massimo, ai cittadini chiediamo comprensione a fronte di una situazione oggettivamente non facile”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *