Abbado e Lucerne Orchestra in concerto per Ferrara

Il 23 settembre 2012 alle ore 15.00 Ferrara Musica presenta un concerto straordinario di grande rilievo per la città di Ferrara: in seguito al sisma che l’ha duramente colpita, Claudio Abbado ha espresso la volontà di sostenere concretamente la città con cui ha stretto da molti anni un fecondo legame artistico, dirigendo un concerto benefico a capo della prestigiosa Lucerne Festival Orchestra, solista d’eccezione Maurizio Pollini.

La direzione del festival di Lucerna, e in particolare Michael Haefliger, si sono subito dimostrati estremamente solidali nei confronti di Ferrara e di Ferrara Musica con cui esiste una grande affinità artistica legata, tra l’altro, alla forte presenza in entrambe le istituzioni della figura di Claudio Abbado. La Lucerne Festival Orchestra è inoltre un’orchestra internazionale il cui nucleo è costituito dalla Mahler Chamber Orchestra, a sua volta molto legata alla città di Ferrara in quanto orchestra residente di Ferrara Musica da quasi quindici anni.

I musicisti e il Maestro Abbado suoneranno a Ferrara a titolo gratuito e offriranno il concerto alla città: l’incasso verrà devoluto al Teatro Comunale di Ferrara e alla ricostruzione di altri monumenti e istituzioni cittadine colpite dal sisma.

Il programma della serata si apre con il Concerto per pianoforte e orchestra n. 17 K 453 di Wolfgang Amadeus Mozart: l’opera fu scritta a Vienna nel 1784, anno che vide il compositore particolarmente interessato a questo genere musicale, tanto da creare ben sei Concerti per pianoforte. Segue la Prima Sinfonia in do minore di Anton Bruckner, composta a Vienna nel 1868 e definita dal suo autore come “la ragazzotta sveglia”. Questa Sinfonia rappresenta il primo grande lavoro di carattere profano del compositore. L’opera fu più volte rimaneggiata e Claudio Abbado ha scelto di eseguirne la versione finale, detta “versione di Vienna”, che risale al 1891.

Il concerto ha luogo nel Teatro Comunale di Ferrara e ne inaugura la ripresa delle attività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *