Abusi edilizi nel Delta, nessuna preoccupazione dal Comune di Comacchio

06 sicurezza mezzanoImmediata la risposta all’interrogazione della consigliera regionale Raffaella Sensoli (M5S), che oggi ha parlato di abusi edilizi nel Delta. Intervenuti il dirigente del Settore IV del Comune di Comacchio, Claudio Fedozzi, ed il Sindaco Marco Fabbri.

“Anche in questo caso, come per le precedenti polemiche relative alla presunta cementificazione selvaggia, da cui il Comune di Comacchio sarebbe stato travolto, l’interpellante non si è curata, prima di presentare l’interrogazione, di fare un minimo di verifica sul contenuto della stessa – dichiara il dirigente Claudio Fedozzi-. Mentre nel caso della cementificazione, trattandosi chiaramente di un attacco politico, si è ritenuto, in fondo, che non valeva la pena che io replicassi a livello tecnico, poiché saranno gli strumenti urbanistici che stiamo elaborando a parlare per l’Amministrazione Comunale, in questo caso non posso esimermi da una replica a quanto sostenuto dalla medesima interrogante.

La gravità delle affermazioni contenute nella interrogazione impongono infatti una netta presa di posizione del Settore Territorio del Comune di Comacchio, che io dirigo – aggiunge Fedozzi- e i cui tecnici svolgono con impegno, competenza e serietà i numerosi compiti loro affidati. Quanto al merito occorre precisare che, negli ultimi mesi il normale lavoro degli uffici è stato pesantemente aggravato da decine di segnalazioni, da parte di un unico soggetto, di presunti abusi.

Glissando sui motivi di queste segnalazioni compulsive, certamente non ispirate ad un forte desiderio di espiazione (che, quand’anche fosse, sarebbe comprensibile), preciso che, proprio perché le verifiche, da subito intraprese e tuttora in corso, sono assolutamente scrupolose, molte delle circa 30 articolate segnalazioni pervenute, si sono tradotte in altrettanti provvedimenti e le rimanenti sono in corso di accertamento. Nessuna segnalazione – conclude il Dirigente – è rimasta o resterà inevasa.”

Entra nel merito anche il Sindaco Marco Fabbri: “Come Sensoli può vedere, sarebbe bastata una telefonata per conoscere la situazione reale – sottolinea il Primo Cittadino -., ovvero una visita a Comacchio, lontana dalle comode poltrone regionali, visita peraltro già caldeggiata dal sottoscritto. Nulla Le avrebbe poi impedito di utilizzare le informazioni diffuse dagli uffici nella maniera che avrebbe ritenuto più opportuna. Quello che dispiace è che, probabilmente per portare avanti una battaglia politica, si utilizzino argomenti che coinvolgono pesantemente ed ingiustamente l’apparato tecnico dell’Amministrazione il quale, com’è noto non è stato eletto e risponde in ben altre sedi di eventuali omissioni.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.