Abusivismo commerciale: l’impegno di Ascom. Parte su Telestense campagna informativa

E’ ai blocchi di partenza l’articolata campagna informativa e di sensibilizzazione promossa da Ascom Confcommercio “Come associazione di categoria dobbiamo essere in prima linea – commenta  il presidente di Ascom Confcommercio Ferrara Giulio Felloni – nell’azione di supporto all’incisivo lavoro svolto dalle Forze dell’Ordine. Voglio ringraziare la prefettura per il prezioso lavoro che ha svolto promuovendo il progetto ampio ed articolato dell’iniziativa “Un mare di legalità”, progetto al quale va tutto il nostro plauso e ringraziamento. Riteniamo che sui temi della contraffazione alimentare piuttosto che di quella della falsificazione del tessile abbigliamento (i famosi falsi) sia necessaria un’azione di informazione e sensibilizzazione forte su più livelli.

Per questo nei giorni scorsi abbiamo inviato ai gestori nostri associati degli stabilimenti balneari una lettera di convinta sensibilizzazione sul tema”. Decisivo come motore dell’iniziativa l’apporto e la sinergia con la Camera di Commercio: “Una strategia di lotta alla contraffazione e all’abusivismo commerciale che coinvolge tutti i soggetti interessati -spiega il presidente Carlo Alberto Roncarati – Prefettura, forze dell’ordine, amministrazioni locali, famiglie e, soprattutto, associazioni di categoria.

Il tutto consolidato da una serie di strumenti operativi, tra i quali il call center dedicato (800913731) e l’email ([email protected]) al servizio dei consumatori e delle imprese ferraresi, che possono rivolgersi direttamente alla Camera di Commercio per assistenza, chiarimenti ed eventuali segnalazioni”. Roncarati,  riassume così le misure di contrasto varate dalla Giunta camerale alla contraffazione e all’abusivismo commerciale, una vera e propria ipoteca sulla competitività del sistema produttivo ferrarese dal valore di svariate centinaia di migliaia di euro. Vogliamo sottolineare la gravità del fenomeno. Sulla scia del nostro impegno per la legalità – ha affermato il presidente dell’Ente Camerale – intendiamo proseguire nella lotta all’abusivismo commerciale puntando prioritariamente su un nuovo atteggiamento culturale”.

Impegnato in prima linea Gianfranco Vitali, presidente di Ascom Confcommercio Comacchio che rinforza: “L’abusivismo è un autentico flagello. Lo è per il sistema commerciale dei lidi e dell’entroterra e lo è per i villeggianti continuamente assillati da venditori abusivi. Bisogna lavorare sulla prevenzione e studiare forme di regolarizzazione”.

Ascom Confcommercio ritiene necessaria un’azione di informazione diffusa a  tutti i consumatori ed ha pensato di realizzare e mettere in onda una serie di spot mirati, in collaborazione con l’emittente Telestense, per informare e sensibilizzare i cittadini su cosa significa contraffazione, quali rischi si corrono per la propria salute, quale danno si crea quando si acquista un falso. E’ stato realizzato una mini campagna che parte da situazioni quotidiane e concrete: pillole televisive (con il supporto del comico emergente estense Paolo Franceschini di Made in FE) che facciano da un lato sorridere il telespettatore, ma dall’altro portino ad una riflessione estremamente seria nella consapevolezza che dipende da ciascuno di noi, con gesti quotidiani, spezzare la catena dell’abusivismo e della contraffazione.

L’associazione prosegue in quest’impegno anche con la collaborazione con Confagricoltura, a difesa dei prodotti alimentari, con alcune pagine pubblicitarie uscite sui quotidiani locali; per il prossimo autunno in programma è in ipotesi un convegno con gli specialisti Ascom per poter diffondere a tutti i livelli il tema della cultura della legalità che passa anche attraverso la scelta di rifiutare un acquisto dubbio o peggio ancora di un prodotto dichiaratamente falso o contraffatto. Una scelta a difesa della legalità che va a vantaggio di tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *