Accoglienza Migranti, Pd: “escalation di odio preoccupante dal sindaco Bergamini”

profughi“Siamo davvero preoccupati per l’escalation di odio che arriva dal Municipio di Bondeno. Ormai il Sindaco mette in discussione le libertà individuali delle persone con aperte minacce, accusare di tradimento chi volesse accogliere migranti è una foglia di fico per nascondere i sui fallimenti”

Questo il commento del segretario provinciale del PD Luigi Vitellio e del segretario comunale Tommaso Corradi nei confronti del Sindaco di Bondeno, Fabio Bergamini che con una sorta di «diffida» rivolta ai suoi concittadini li ha invitati a non accogliere i migranti nelle proprie abitazioni.

“Bondeno ha tirato il freno a mano sulla questione ricostruzione e ora si cerca un capro espiatorio. La strategia è chiara” sottolineano i due segretari.  “Bergamini dovrebbe comprendere che non è un podestà e non può pensare di limitare la libertà individuale o di utilizzo di propri beni con minacce di questo tipo. “Se vuole mettersi al riparo dal rischio di locazioni ai migranti faccia qualcosa per rilanciare il settore immobiliare a Bondeno, ormai nel nostro paese ci sono case disabitate ovunque” puntualizza Corradi.

“Facciamo un appello a tutti coloro che credono nella libertà e nella solidarietà, mobilitiamoci, parliamo con le persone, spieghiamo che la matassa dell’emergenza migranti è davvero difficile da districare e che ci vuole lo sforzo di tutti. Rinchiudersi a riccio per la paura del diverso o per egoismi non può far altro che acuire il problema. Fare paragoni tra migranti e terremotati, scatenando questa tensione è irresponsabile. Chiunque dovrebbe capire che sono due problemi diversi ed è giusto che rimangano su due binari separati, se si creassero contrapposizioni sociali per ogni situazione non ne usciremmo più” concludono Corradi e Vitellio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *