Qualità dell’acqua: Comacchio meglio di Rimini

mareSono stati resi noti nelle ultime ore i dati relativa alla qualità dell’acqua del mare del litorale emiliano-romagnolo. Promossi a pieni voti i lidi di Comacchio.

Ferrara e Ravenna superano Rimini nella qualità dell’acqua del mare. E’ quanto emerge dall’ultimo bollettino di Arpae relativo alla balneazione, effettuato tra il 19 ed il 21 giugno ed i cui dati sono stati resi noti nelle ultime ore: il terzo programmato, dopo quelli del 16 e 29 maggio.

Il risultato è netto: tutte le spiagge della province di Ferrara e Ravenna risultano essere di qualità eccellente, con bassissima quantità sia di enterococchi sia di escherichia coli. Promossa a pieni voti anche Cesenatico, mentre i primi problemi emergono da Gatteo a Mare, la cui qualità dell’acqua è classificata buona.

Appena sufficiente nell’area nord di San Mauro Mare, mentre migliora sul territorio di Bellaria Igea Marina. Eccellente l’acqua nel riminese, ad eccezione della zona attorno alla foce del Marecchia, mentre a Riccione è la foce del fiume Marano a raccogliere le maggiori criticità. Migliora la condizione a Misano Adriatico e Porto Verde (tre campionamenti su quattro definiscono eccellente la qualità), mentre Cattolica viene promossa con riserva, con una valutazione buona.

Per il litorale comacchiese si conferma quindi una qualità alta della propria acqua, probabilmente superiore alle attese dei ferraresi stessi.

Un pensiero su “Qualità dell’acqua: Comacchio meglio di Rimini

  • 29/06/2017 in 18:04
    Permalink

    non ci credo…non fosse altro perchè il fiume PO è il collettore fognario della più grande ed inquinata area industriale abitata d’europa,a giorni alterni si assiste ad imponenti morie di pesce(e nessuno mai viene incriminato per disastro colposo),ieri abbiamo ammirato il fiume Lambro diventare rosso carminio,sappiamo per certo,da analisi laboratorio HERA,che ci sono quantità di pesticidi(glifosato) e di PFOA-PFAS(quello trovato nel sangue di qualche migliaio di persone residenti in veneto)..e secondo me per non scatenare il panico visto che non abbiamo altre fonti di acqua potabile o ad uso agricolo,se trovano qualcos’altro si guardano bene dal pubblicizzarlo…tanto si gioca sul lungo periodo,i tumori non sono immediati..

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *