Addio a Lidia Bellodi, l’ultima superstite dell’assalto al municipio di Bondeno nel 1945

Si svolgeranno venerdì pomeriggio, alle 15, a Molinella (dove era ospite in una casa di riposo) i funerali di Lidia Bellodi, l’ultima protagonista dell’assalto al Municipio di Bondeno, il 18 febbraio 1945 da parte di un gruppo di donne per distruggere i registri di leva.

Si è spenta a 96 anni, Lidia Bellodi, l’ultima superstite dell’assalto al municipio, il 18 febbraio 1945, da parte di un gruppo di donne di Bondeno, che decisero di entrare negli uffici per distruggere i registri di leva, e fermare la barbarie dei rastrellamenti nazi-fascisti, a Bondeno e nelle frazioni.

L’assalto al municipio arrivò all’apice del secondo conflitto mondiale che portò, anche se per poco, a veder sventolare dal municipio la prima bandiera tricolore italiana, due mesi prima della Liberazione.

Sono passati 76 anni da quell’eroico assalto, che valse la medaglia di bronzo al valore al Comune di Bondeno, di cui esistono varie testimonianze, che ispirarono film e libri, anche di recente pubblicazione

Lidia Bellodi entrò nella Resistenza a 19 anni, dopo essere stata avvicinata da Silvana Lodi (nome di battaglia “Carla”) alla quale oggi è intitolata la sezione Anpi di Bondeno. Fu lei a parlare a Lidia Bellodi di un’organizzazione clandestina che stava cercando di porre fine alle violenze e alle persecuzioni del ’43-’45. Lidia Bellodi decise così di mettersi in gioco e scoprirà solo a guerra conclusa che anche il padre aveva fatto segretamente parte della Resistenza.

“Lidia, la coraggiosa ci ha salutate, ci ha lasciate sole” ricordano in una nota Udi di Ferrara e di Bondeno “È il sentimento che molte di noi, seppur di generazioni più giovani, proviamo alla notizia della sua scomparsa. Ci sentiamo orfane di una madre il cui esempio di vita, ci ha aiutate e insegnato a superare momenti difficili. È da donne come lei che ereditiamo un testimone carico di principi e di valori, una responsabilità grande che i danni della pandemia evidenziano oggi ancora di più” conclude l’Udi di Ferrara

Nel 2010 a Bondeno fu indetto un consiglio comunale straordinario per celebrare l’assalto del 18 febbraio

Due anni fa l’ultima apparizione pubblica di Lidia Bellodi in un video realizzato da Bracciano Lodi, proiettato in occasione della celebrazione dell’anniversario, nel quale si rivolgeva sopratutto ai giovani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *