Addio a Lidia Bellodi, Udi Ferrara: “La coraggiosa ci ha salutate”

“Lidia Bellodi ci ha lasciate sole. È il sentimento che molte di noi, seppur di generazioni più giovani, proviamo alla notizia della sua scomparsa. Ci sentiamo orfane di una madre il cui esempio di vita, ci ha aiutate e insegnato a superare momenti difficili”

Lidia dalla scelta antifascista, all’impegno di ricostruzione sociale del dopoguerra, è stata sempre dalla parte dei più fragili, donne e uomini.

Non è mai venuta meno ai suoi principi che l’avevano portata a scelte di vita anche pericolose. È l’ultima testimone che quella mattina di febbraio del 1945, insieme ad un manipolo di donne del territorio bondesano, era uscita di casa, decisa a sfidare le milizie e fare un atto di boicottaggio che avrebbe salvato dalla leva militare tanti giovani. Non era una leva normale. Si trattava di essere reclutati in guerra per andare a combattere quella parte di Italia o di Europa che voleva libertà dalle dittature. Salire le scale del Comune e mettere a soqquadro i registri anagrafici, dove erano registrati nomi ed età dei cittadini, significava distruggere la loro identità, ma anche impedire il reclutamento. Lidia con orgoglio ha raccontato a centinaia e centinaia di giovani studenti questa storia incredibile e come gli ideali di giustizia vadano perseguiti a costo di tutto. Principi che non sono mai venuti meno in lei. Infatti fino a quando la salute glielo ha permesso si è impegnata nelle varie organizzazioni democratiche presenti a Bondeno, dall’ANPI all’UDI. E proprio noi dell’UDI che apparteniamo ad una associazione nata dalle macerie della guerra e impegnata fin da subito per dare dignità alle donne, per percorrere un cammino di emancipazione, libertà e solidarietà, dobbiamo molto all’insegnamento di Lidia.

È da donne come lei che ereditiamo un testimone carico di principi e di valori, una responsabilità grande che i danni della pandemia evidenziano oggi ancora di più.

Ciao Lidia, ce la metteremo tutta per non deluderti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *