“Adotta una scuola”, lo sport per educare i ragazzi disabili

Dopo il buon esito della prima edizione, sarà proposto anche per l’anno scolastico in corso il progetto di educazione sportiva rivolto ad alunni degli Istituti di Istruzione Secondaria di Primo grado della città di Ferrara intitolato “Adotta una scuola”.

L’iniziativa, che si propone in particolare di perseguire una maggiore integrazione dei ragazzi disabili sia a livello sportivo sia a livello sociale, è promossa e interamente finanziata dai Lions Club ferraresi della II Circoscrizione del Distretto 108 TB, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico VI ambito territoriale di Ferrara ed il Comitato Paralimpico di Ferrara. Il progetto sarà operativo in cinque istituti della città, uno in più rispetto allo scorso anno: “Alda Costa”, “Perlasca”, “De Pisis”, “Dante Alighieri”, “Cosmè Tura”.

Circa un migliaio gli studenti ferraresi coinvolti, di cui circa sessanta disabili, saranno seguiti da tecnici sportivi nell’apprendimento dei primi rudimenti di sport come judo, bocce, canoa, scherma, pallamano, equitazione, tennis, atletica leggera, city volley. Lo scopo è quello di promuovere la pratica e la conoscenza di queste discipline anche al di fuori del contesto scolastico, grazie alla possibilità di frequentare società sportive del nostro territorio che si sono dotate in questi anni delle strutture opportune.

L’iniziativa è stata illustrata in mattinata nella residenza municipale. All’incontro erano presenti gli assessori comunali allo Sport e alla Pubblica Istruzione Simone Merli e Cristina Corazzari, Giorgio Ferroni presidente della II Circoscrizione Distretto Lions 108 Tb, Maria Grazia Marangoni responsabile Ufficio Educazione Fisica MIUR di Ferrara, Luciana Pareschi delegata Provinciale CONI POINT Ferrara, Giuseppe Alberti delegato Provinciale Comitato Paralimpico Italiano, Paolo Cervi consigliere Regionale F.I.S.E. Emilia Romagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *