Inni a Mussolini e aggressione omofoba a ragazzini a Ferrara

Un gruppo di giovani di età compresa tra i 12 ed i 19 anni è stato aggredito, domenica pomeriggio, in pieno centro a Ferrara, da ragazzi di età compresa tra i 17 ed i 25 anni.

L’episodio è stato ripreso dallo smartphone di una delle vittime, che l’ha reso virale condividendolo sui social.

“Conoscete Benito Mussolini? Sapete che lui vi brucerebbe tutti?”, è una delle frasi degli aggressori, accompagnate dal lancio di petardi e perfino di un piccione morto.

A rendere nota la vicenda sono stati alcuni genitori delle vittime, che hanno contattato Arcigay Ferrara.

Immediata le reazioni non solo dei cittadini, ma anche dei politici, in primis il sindaco Alan Fabbri che ha definito un atto vile, meschino e intollerabile quanto accaduto domenica scorsa.

Il video – aggiunge il primo cittadino – è al centro di un esposto della Digos.

La senatrice PD Paola Boldrini teme che questo fatto sia avvenuto in risposta alla bocciatura del DDL Zan, il cui affossamento ha probabilmente sdoganato e incoraggiato episodi di violenza.

E poi molti altri commenti di sdegno, da quello del vicesindaco Nicola Lodi alla consigliera regionale Marcella Zappaterra, fino alla senatrice Anna Maria Bernini.

Lo sconcerto ha coinvolto in primis Arcigay Ferrara, dove nella sede del centro Ripagrande 12 ci ha accolto Manuela Macario del direttivo nazionale, la quale ha rilasciato a Telestense la seguente dichiarazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *